Toyota FT-Bh

Nel mondo automobilistico il concetto ed il termine “superleggera” (o lightweight, per dirlo all’inglese) sono stati finora applicati alle sole automobili sportive, d’alto profilo, il cui interesse per l’efficienza energetica è subordinato al valore pressoché assoluto attribuito alle prestazioni. Toyota sovverte questo modus pensandi e sviluppa un nuovo prototipo della famiglia FT, spinto da un motore bicilindrico a ciclo Atkinson la cui potenza non viene resa nota. Poco importa, visto che la FT-Bh non bada certo alla velocità pura ma stabilisce nuovi primati in termini di consumo ed impatto ambientale. Il corpo vettura lungo 3.985 millimetri, largo 1.695 ed alto 1.400 ottimizza la penetrazione aerodinamica e produce un coefficiente cX di appena 0.235.

Grazie all’utilizzo di acciai alto-resistenziali per la struttura del corpo vettura ed a materiali espansi per l’abitacolo la massa si rivela inferiore ad 800 chili (786 kg). La FT-Bh necessita quindi di soli 2.1 litri di benzina ogni 100 chilometri, mentre le emissioni di CO2 risultano pari a 49 g/km. Il costruttore giapponese ha poi sviluppato due trasmissioni alternative ancor più frugali. Con piattaforma full hybrid a metano (CNG-HV) la FT-Bh emette soli 38 g/km di CO2, mentre l’ibrida plug-in PHV dimezza questo valore e produce solo 19 g/km di CO2.

Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh

Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh
Toyota FT-Bh

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: