Ferrari: non è più il brand "più potente" del mondo

Lego, la multinazionale dei celebri mattoncini, al vertice della classifica; per il brand del cavallino solo la nona posizione.

Ferrari F1 Concept

Ferrari non è più il marchio più potente del mondo: nella classifica stilata annualmente da Brand Finance (e che valuta elementi come la familiarità, la lealtà, la promozione, la soddisfazione del personale e la reputazione aziendale, etc.) la casa del Cavallino è stata scalzata dai danesi della Lego, finendo in nona posizione, dietro a multinazionali come Red Bull, Burberry e Rolex. Secondo la società di consulenza specializzata nella valutazione dei marchi, il Cavallino “resta un brand molto forte ma il suo potere sta lentamente diminuendo: sono diversi anni che non vince un titolo in Formula 1". Per David Haigh, CEO di Brand Finance, "l’alone di gloria dell’epoca d’oro in F1 sta cominciando a logorarsi”. Che più o meno sono le motivazioni con cui Marchionne, numero uno di FCA, ha liquidato Montezemolo lo scorso anno.

Ferrari F1 Concept

Tuttavia la Ferrari sarebbe scesa al decimo piazzamento anche a causa "dell'uscita di Luca Cordero di Montezemolo”, evento che “lascia prevedere un piccolo cambio di strategia alla divisione auto da strada. Montezemolo aveva mantenuto un rigido tetto alla produzione per mantenere l'esclusività del marchio: dalla sua partenza, Sergio Marchionne ha suggerito che questa politica verrà ammorbidita per aumentare i ricavi". In ogni caso, commenta Haigh, "Ferrari mantiene comunque una forte posizione e il valore del suo brand è aumentato del 18% a 4,7 miliardi di dollari; la nuova strategia di capitalizzare sul brand sicuramente farà salire il valore nel breve termine ma un eccessivo sfruttamento rischia di lasciare danni duraturi".

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: