In Francia incentivi fino a 10.000 euro per un'elettrica

Oltralpe è guerra aperta ai vecchi diesel in favore delle nuove elettriche ed ibride.

renaultfluence

Da aprile entreranno in vigore gli incentivi che prevedono fino a 10.000 euro di sconto per l'acquisto di un'auto elettrica nuova con un'emissione massima di 20 g di CO2 al chilometro, dietro la rottamazione di una vecchia a gasolio, carburante verso il quale le amministrazioni francesi stanno facendo un'intensa campagna mediatica. Lo ha annunciato la ministra francese Ségolène Royal, che ha dato un'accelerata ai lavori dopo che la sindaca di Parigi ha dichiarato di volere bandire i diesel nella capitale dal 2020.

L'obiettivo del governo francese invece è la graduale eliminazione dalle strade di tutti i diesel non dotati di filtro antiparticolato prodotti prima del 2005, a causa dei danni arrecati alla salute pubblica. A un occhio più smaliziato non può sfuggire di certo la grande quantità di investimenti messi in campo dalle Case francesi su auto elettriche ed ibride che stanno riscuotendo meno successo di quello preventivato.

Gli incentivi non sono rivolti a tutti ma solo ai residenti delle zone più inquinate, le cosiddette "PPA". Parallelamente è stata presentata una proposta per l'installazione di 7 milioni di colonnine di ricarica sparse per tutto il paese.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: