Dodge: nessun futuro per la Challenger. Verrà sostituita dalla Barracuda?

Plymouth Barracuda

La crescente integrazione fra i gruppi Chrysler e Fiat porta i ragazzi di Motor Trend a citare Alfa Romeo anche quando l’argomento dell’articolo è la nuova Plymouth Barracuda. Questo perché il Biscione utilizzerà per primo una nuova ossatura a trazione posteriore, riservata a tre vetture di cui in realtà non si ha ancora notizia: l’informatore citato dal magazine parla infatti di una sportiva, di una coupè e di una berlina. Tutte equipaggiate con un nuovo modulo a trazione posteriore, destinato a rimpiazzare l’attuale LX (dà vita, fra le altre, alla Chrysler 300) che mal si concilia con le ambizioni sportive della Dodge Challenger: i 2.95 metri di passo ed i 5.02 metri di lunghezza la rendono ben più corpulenta delle Chevrolet Camaro e Ford Mustang.

L’arrivo del nuovo pianale ha stimolato i vertici Chrysler ad invertire rotta. La Challenger verrà infatti rimpiazzata da una nuova Barracuda, più agile e compatta, che il responsabile del design Ralph Gilles avrebbe già iniziato ad abbozzare, senza cadere nel revival e senza trarre quindi ispirazione da alcuna delle tre generazioni prodotte fra il 1964 ed il 1974. Questa vettura potrebbe infine utilizzare il logo SRT.

Foto | Bring a tailer

  • shares
  • Mail
29 commenti Aggiorna
Ordina: