Annunci per ciechi rumorosi? Ad Aosta li eliminano dai bus

Sta creando polemiche la decisione della Regione di zittire i mezzi pubblici perché davano fastidio.

autobus-aosta

La fermata che viene annunciata da una voce metallica, monocorde. E forte. Un rumore fastidioso, al punto che molti utenti dei mezzi pubblici ad Aosta si sono rivolti al Comune e all'azienda dei trasporti perché venissero eliminati gli annunci delle fermate.

Il problema è che gli annunci, oltre che utili per i turisti e per chi magari non conosce il tragitto, sono fondamentali per i ciechi e, in generale, gli ipovedenti e gli anziani. Che da circa un anno sono lasciati alla mercé di loro stessi, senza che gli annunci li aiutino a capire quando scendere dai bus cittadini.

Da mesi si sta muovendo l'Unione ciechi, che sulle pagine de La Stampa ha evidenziato come “in generale, la segnalazione vocale delle fermate serve per gli anziani e anche per i turisti, che non devono chiedere in continuazione all'autista qual è la fermata giusta per capire dove scendere”. Ma fino a ora senza risultati.

Ma il dibattito continua, le polemiche e le proteste – da entrambe le parti – anche e ora l'assessore ai Trasporti della Valle d'Aosta si è dichiarato aperto al confronto e a cercare una soluzione. “Sono pronto a un nuovo confronto per cercare un compromesso, magari togliendo l'annuncio nelle prime ore del mattino" le sue parole.

Il servizio che annunciava le varie fermate era stato introdotto nel 2006 dallo Svap, l'azienda dei trasporti locale, proprio per superare le barriere architettoniche senso-percettive» per ciechi, ipovedenti e anziani. Ma, evidentemente, a chi si sveglia presto ed è abituato al silenzio della montagna quella voce prevista per aiutare chi è in difficoltà dà fastidio. E, quindi, meglio zittirla.

Foto | Flickr/Roberto Taddeo

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: