Ford lavora ai comandi per gestire un'automobile da remoto

Ford ha sviluppato una piattaforma con la quale gestire un'automobile da remoto. Tutti i componenti sono di utilizzo comune, a partire dal volante.

2015_ford_logo

Ford sta lavorando ad una tecnologia utile per comandare l’auto da remoto, attraverso una semplice connessione di tipo 4G e componenti di uso comune. Del sistema si è occupato qualche giorno fa un redattore della rivista Wired, invitato dall’Ovale Blu presso il nuovissimo centro ricerca e sviluppo di Palo Alto. Qui ha incontrato Sudipto Aich, ingegnere specializzato in sistemi software, che gli ha mostrato una prima applicazione della tecnologia. Aich sedeva ad una normalissima scrivania, sulla quale erano montati tre schermi ed il volante e la pedaliera utilizzati per il gaming.

In questo modo riusciva a comandare un golf cart, situato ad oltre 3.500 chilometri di distanza: il veicolo si trovava presso il campus universitario Georgia Tech, ad Atlanta, dov’erano comunque presenti alcuni tecnici pronti ad intervenire qualora la connessione fosse caduta. Il progetto è uno dei 25 a cui Ford sta lavorando, con l’obiettivo di studiare eventuali novità che potrebbero un giorno debuttare in ambito automobilistico. L’esperimento è servito in questo caso per dimostrare come non servano componenti costosissimi per guidare un’auto da remoto: il volante, ad esempio, è un ‘semplice’ Logitech da 300 dollari.

I tecnici hanno scelto un golf cart in quanto più semplice ed intuitivo da comandare, dal momento che non sono necessari complicati elementi fisici per guidarlo. Il test si è rivelato utile anche per dimostrare le potenzialità della connessione 4G, venuta a mancare solo quando gli studenti hanno abbandonato le rispettive aule ed hanno iniziato a navigare con i loro dispositivi personali. Wired spiega che questa tecnologia potrebbe servire ad esempio alle società di autonoleggio e car sharing, che avranno modo di spostare le vetture senza per forza mandare un operatore.

  • shares
  • Mail