Incidenti stradali: in aumento i pirati

Mentre i dati Istat e della Polizia stradale indicano un calo dei sinistri, crescono i casi di pirateria.

incidenti-stradali-pirati-2014

Se le notizie sugli incidenti stradali in Italia parlano di un calo dei sinistri nel 2014, non così buoni sono i dati quando si parla di pirateria stradale. Secondo una ricerca effettuata dall’Osservatorio il Centauro-Asaps, infatti, i casi di incidenti in cui non è stato prestato soccorso sono aumentati negli ultimi 12 mesi.

Nel 2014 le omissioni di soccorso sono state 1.009, con 119 persone uccise e 1.224 ferite. Per la precisione gli incidenti che hanno coinvolto pirati della strada sono stati 116 (11,5%) che hanno causato una vittima, mentre quelli con lesioni sono stati 893 (88,5%). Nel 2013, invece, gli incidenti erano stati 973, cioè il 3,7% in più nel 2014, con le vittime che erano state 114 (+4,4%) mentre i feriti erano stati 1.168 (+4,8%). A migliorare, rispetto a 12 mesi fa, è stata invece l'opera d'indagine successiva agli incidenti. Nel 2014, infatti, il 57,8% dei pirati della strada è stato smascherato, mentre il 42,2% è rimasto ignoto. Un dato in miglioramento rispetto al 2013, quando i pirati trovati furono il 55,8%.

Una statistica in controtendenza, però, con gli arresti effettuati, che nel 2014 sono stati 121 (20,8% delle individuazioni), mentre nel 2014 gli arresti erano stati 146, cioè il 26,9%. In 114 casi di pirateria, una volta individuati i colpevoli, si è evidenziata la presenza di alcol o droga nel corpo. Un dato, però, che va preso con tutte le dovute precauzioni, visto che i pirati della strada vengono individuati con ore/giorni di distanza dall'incidente e, soprattutto, che il dato si riferisce solo ai casi in cui il colpevole è stato individuato.

Altro dato interessanti riguarda gli stranieri coinvolti negli incidenti. Secondo quanto emerso, infatti, sono stati 141 (24,2% dei 583 pirati identificati) gli stranieri colpevoli, mentre 111 quelli vittime di pirati, pari all’11% del totale fra feriti e deceduti. Guardando alla geografia degli incidenti, invece, al primo posto c'è la Lombardia, con 141 episodi (15,9%), al secondo l’Emilia Romagna con 105 eventi (11%), e poi il Veneto con 94, il Lazio con 92, la Campania con 88. Toscana con 71, Sicilia 70 e Puglia 66, mentre Roma ha collezionato, da sola, 39 eventi gravi, il 3,9% del totale.

Foto | Uberto Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: