Rally di Montecarlo: vince Ogier su Volkswagen. Ottavo Loeb

Volkswagen manda sul podio tutti e tre i suoi piloti: vince il campione del mondo, davanti a Latvala ed a Mikkelsen. Quarta la prima Citroen (Ostberg), mentre Loeb è giunto ottavo.

Persino Sebastien Ogier ha confessato di aver partecipato ad una gara unica, nella quale ha respirato l’atmosfera più elettrizzante della sua intera carriera. E se lo dice un due volte iridato, beh, chi siamo noi per smentirlo? Battute a parte, ci ha realmente sorpreso vedere quanta gente e quanto calore abbiano riservato gli appassionati alla gara iniziale del campionato WRC 2015. Noi abbiamo visto quattro prove speciali (5-8-10-12). In tutte abbiamo dovuto sgomitare per ritagliarci e conquistare un valido punto d’osservazione, complice anche il meteo quasi primaverile (soprattutto sabato e domenica).

L’afflusso di pubblico è stato così consistente da obbligare gli organizzatori a cancellare addirittura una prova speciale, nel tentativo di garantire l’incolumità delle migliaia di persone assiepate a bordo strada. Siamo rimasti sorpresi anche dal notare l’assoluta sproporzione nel numero di tifosi: Ogier correva pressoché in casa – è nato a Gap, dove ha sede il parco tecnico – e viene da due titoli mondiali consecutivi, ma tutti gli appassionati tifavano per Loeb e lo hanno incoraggiato pure quando non nutriva più alcuna speranza di vittoria.

Questa considerazione ci porta a formulare un pensiero legato alla salute del WRC, a cui manca un volto mediatico spendibile e capace di far presa anche sugli appassionati occasionali: Loeb continua ad esserlo anche a 40 anni, ma altrettanto non possiamo scrivere del pur bravissimo Ogier e dei piloti Citroen. Ne va della competizione stessa, che rimane facilmente accessibile e molto più democratica rispetto alle gare in pista. Un esempio? L’area dell’ospitalità Citroen non è mai stata presidiata da alcun buttafuori, nonostante il gran numero di persone che vi fossero attorno.

La cronaca della gara

Sebastien Ogier ha vinto l’edizione numero 83 del rally di Montecarlo, replicando il successo già ottenuto lo scorso anno e conquistando immediatamente la vetta del campionato piloti. Il francese della Volkswagen precede Jari-Matti Latvala ed Andreas Mikkelsen, tutti su Polo R WRC. Quarto Mads Ostberg, alfiere della Citroen, che rende meno amaro il fine settimana del Double Chevron. Thierry Neuville e Dani Sordo occupano la quinta e sesta posizione, mentre Sebastian Loeb ha concluso la gara in ottava posizione. Ora tornerà a lavorare in previsione della WTCC, dopo aver cercato di acciuffare l’ottavo successo in una fra le gare più significative dell’intero panorama automobilistico mondiale.

Il nove volte campione del mondo aveva iniziato la gara in maniera esemplare, vincendo le PS 1, 3 e 6 ed assumendo la testa della corsa. Ogier però non lo lascia scappare e lo scavalca dopo la prova speciale numero 7: l’alsaziano va in testacoda e perde 14.6 secondi. Loeb commette un errore ben più grave nella PS successiva: sbatte contro un muretto e danneggia seriamente la propria vettura, accumulando un ritardo di 10 minuti e rinunciando a qualsiasi ambizione. Ogier, davanti ai propri tifosi – è nato a Gap, dove ha sede il parco assistenza –, si ritrova in questo frangente con 1’45 minuti di vantaggio sul primo inseguitore (Latvala).

Il due volte iridato trionfa con un vantaggio di 58 secondi ed imponendosi in appena 2 PS. I piloti della Citroen ne hanno vinte otto su quindici (cinque Loeb e tre Meeke), ma questa superiorità non rende positivo il fine settimana: detto di Loeb, il Double Chevron sconta la prestazione negativa di Meeke – vittima di un problema durante la PS8 – e gioisce solo per il quarto posto di Ostberg, al volante oltretutto della DS3 in configurazione 2014. Il britannico si è comunque aggiudicato la Power Stage. Robert Kubica ha terminato la gara in trentesima posizione, vincendo ben quattro PS ma compromettendo il proprio rally già durante la PS2: un testacoda lo ha gravato di un ritardo impossibile da recuperare.

La classifica

1. Sebastien Ogier - Volkswagen Polo R WRC - 3.36'40"2
2. Jari-Matti Latvala - Volkswagen Polo R WRC - +58"0
3. Andreas Mikkelsen - Volkswagen Polo R WRC - +2'12"3
4. Mads Ostberg - Citroen DS3 WRC - +2'43"6
5. Thierry Neuville - Hyundai i20 WRC - +3'12"1
6. Dani Sordo - Hyundai i20 WRC - +3'12"9?
7. Elfyn Evans - Ford Fiesta RS WRC - +5'23"7
8. Sebastien Loeb - Citroen DS3 WRC - +8'34"7
9. Martin Prokop - Ford Fiesta RS WRC - +9'54"8
10. Kris Meeke - Citroen DS3 WRC - +10'55"6





  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: