Lo stand BMW al salone di Detroit 2015 Live

In Michigan sono presenti anche le X5 ed X6 in allestimento M, spinte dal rinnovato motore V8 biturbo da 4.4 litri e 575 CV.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:42:"BMW Serie 6 al salone di Detroit 2015 Live";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:2441:" Stand BMW al salone di Detroit 2015 Live

La sportività è il tema affrontato da BMW in occasione del salone di Detroit. Il marchio dell’Elica presenta non solo le rinnovate Serie 6, ma espone anche tutti i suoi modelli più sportivi e dalle prestazioni più elevate. Prime fra tutte le X5 ed X6 in allestimento M. Le due vetture montano il rinnovato motore V8 biturbo da 4.4 litri, che sviluppa il 4% di potenza in più rispetto ai modelli precedenti e si attesta in questo modo 575 CV. L’accelerazione 0-100 km/h viene portata a compimento in 4.2 secondi e la velocità massima si attesta a 250 km/h.

La caratterizzazione M prevede i cerchi in lega da 20 pollici (optional da 21), l’impianto frenante maggiorato ed un nuovo cinematismo dell’asse anteriore a doppio snodo, rivisto al fine di migliorare l’agilità. A Detroit era presente anche la Serie 2 Cabrio, modello presentato qualche mese fa e per cui sono già disponibili gli accessori della linea M Performance: a disposizione vi sono il diffusore posteriore e le calotte degli specchietti retrovisori in fibra di carbonio, nuovi cerchi in lega da 19 pollici e rivestimenti interni in Alcantara.

La linea M Performance include anche l’elaborazione del motore 2.0 a gasolio, che raggiunge i 204 CV. Esposta nello stand c’è anche la M235i, variante più performante della famiglia Serie 2 e spinta dal motore sei cilindri in linea con potenza di 326 CV. Copre lo 0-100 km/h in 5 secondi e raggiunge la velocità massima di 250 km/h. La rinnovata Serie 1 verrà esposta al salone di Ginevra, in calendario a marzo.



";i:2;s:2527:"

BMW Serie 6 al salone di Detroit 2015 Live

Le immagini live della rinnovate BMW Serie 6

L’aggiornamento destinato alla famiglia BMW Serie 6 arriva cinque anni dopo il lancio delle Coupé e Cabrio (la Gran Coupé risale al 2012). E’ un restyling d’impronta conservativa, che si riflette in maniera quasi impercettibile sull’estetica del corpo vettura ed introduce alcune novità legate all’equipaggiamento di serie. Debuttano ad esempio i nuovi fanali full-LED, offerti di serie o in opzione a seconda dell’allestimento scelto. Sono optional anche le luci adattive con High Beam Assistant ed il sistema Selective Beam, che illumina una sola porzione di strada e regola il fascio luminoso in maniera da non abbagliare chi proviene in senso opposto.

Le modifiche di natura estetica sono limitate al fascione anteriore, alla griglia doppio rene ed ai terminali di scarico. La gamma si compone delle versioni 640i (320 CV), 650i (450 CV) e 640d (313 CV). Resta valida la possibilità di scelta fra la trazione posteriore e la trazione integrale xDrive, scelta consigliata per chi non sapesse gestire le notevoli prestazioni: i valori relativi allo 0-100 km/h oscillano ad esempio fra i 5.5 secondi della più ‘lenta’ fra le 640d ed i 4.4 secondi della 650i più scattante. Il restyling interessa anche le versioni M, che mantengono il V8 biturbo da 4.4 litri e 560 CV.

Per lei sono di serie i proiettori a LED ed il sistema Park Distance Control; debuttano poi nuovi abbinamenti interni, in ragione dei nuovi pellami (con cuciture a contrasto), delle finiture Schwartzchrom e della consolle centrale Black Panel. Gli interventi al paraurti ed alle prese d’aria riflettono il carattere più sportivo del modello. A Detroit sono illustrati i servizi dedicati alle i3 ed i8. Uno di questi è l’applicazione ParkNow, che fornisce informazioni utili su parcheggi liberi e struttura in cui lasciare la propria vettura.



";}}

  • shares
  • Mail