La Ford GT ha un V6 EcoBoost biturbo da oltre 600 CV

La nuova Ford GT è una sportiva vera, nell'estetica e nelle soluzioni tecniche: le sospensioni ad esempio sono di tipo pushrod, mentre i sedili non sono regolabili.

Ford GT – Il marchio dell’Ovale Blu rilancia un classico dell’automobilismo sportivo d’oltreoceano e presenta la GT di seconda generazione, uno fra i dodici modelli che la sezione Ford Performance lancerà entro il 2020. La coupé sarà in vendita nel 2016, in tempo per festeggiare il mezzo secolo da quando la sua antenata occupò tutti i gradini del podio alla 24 Ore di Le Mans. La nuova Ford GT fa ampio uso di materiali compositi e per questo motivo – così leggiamo nel documento stampa – può fregiarsi di un rapporto peso/potenza fra i più vantaggiosi dell’intero panorama automobilistico.

La cellula a protezione dell’abitacolo è realizzata ad esempio in fibra di carbonio, mentre i telaietti anteriori e posteriori sono in alluminio. In fibra è anche il corpo vettura. Lo schema tecnico è del tipo a motore centrale e trazione posteriore. Manca però il classico motore V8, sostituito da un più moderno V6 sovralimentato: appartiene alla famiglia EcoBoost, monta due turbo e prevede la doppia iniezione della benzina. Sviluppa oltre 600 CV. Lavora con il supporto di una trasmissione a sette rapporti, che dà origine alla disposizione transaxle. La Ford GT vanta uno spoiler posteriore di tipo attivo, la cui posizione varia in maniera autonoma (in base alla velocità) o su richiesta del conducente. L’alettone può essere regolato tanto in altezza quanto nell’inclinazione.

Ha un perché di tipo aerodinamico anche il parabrezza curvo, mentre tutti gli angoli e tutti gli incavi sono funzionali per minimizzare la resistenza all’avanzamento e per aumentare il carico a terra. A livello tecnico si segnalano i cerchi in lega da 20 pollici (su pneumatici Michelin Pilot Super Sport Cup 2), i dischi freno in materiale composito, le sospensioni di tipo pushrod e la barra di torsione attiva. Le portiere si aprono a forbice e danno accesso ad un abitacolo per due passeggeri, dove i sedili sono fissati direttamente alla cellula. La trasmissione si comanda attraverso le palette al volante, mentre il volante richiama il mondo della Formula 1 ed integra i principali comandi. Il quadro strumenti è digitale, mentre il sistema d’intrattenimento è il SYNC 3.


  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: