In vendita la prima Corvette C2

E' la prima Corvette a montare i quattro freni a disco, nonché la prima di sempre con volante in legno ed antenna estraibile. Anche la vernice è unica.

Corvette C2

La casa d’aste Mecum ritiene che questo esemplare vada considerato “LA vettura ideale per i più sinceri appassionati della Corvette”. Del resto nessun amante della sportiva si lascerebbe scappare l’esemplare numero 001, completato il 6 agosto 1964 ed utilizzato inizialmente per ragioni pubblicitarie. E’ una Corvette di seconda generazione, conforme ai requisiti del Model Year 1965 ma diversa da tutte le C2 che l’hanno seguita.

Finirà all’asta durante il prossimo evento organizzato da Mecum Auctions, in programma a Kissimmee (Florida) dal 16 al 25 gennaio. La vettura fu assemblata da John Evans presso lo stabilimento di St. Louis. E’ un esemplare pilota, ancora non conforme alle specifiche definitive ed utilizzato inizialmente per iniziative pubblicitarie, legate in particolare all’efficacia del nuovo impianto frenante: la C2 fu la prima Corvette ad offrire di serie i quattro freni a disco, ragion per cui l’azienda statunitense pensò di attribuire il massimo risalto a questa novità tecnica.

L’automobile è verniciata con una tinta provvisoria, non disponibile per le vetture di serie: si chiama Satin Silver e proviene dalla tavolozza colori scelta per le Cadillac coeve, mentre la vernice definitiva - ancora in lavorazione quando il prototipo veniva assemblato - fu poi chiamata Silver Pearl. Sotto il cofano è previsto un motore V8 L76 da 327 pollici cubi (5.36 litri), accreditato di 370 CV ed abbinato ad una trasmissione a quattro rapporti. E’ inoltre la prima Corvette in assoluto ad offrire il volante in legno teak e l’antenna estraibile. E’ stata per lungo tempo nel garage di Bob McDorman, a spiegazione dei soli 45.000 chilometri percorsi.



  • shares
  • Mail