A Milano arrivano i limiti a 30 km/h

Zona 30 Milano - Tra pochi giorni arriverà il nuovo limite a 30 chilometri orari e cambierà la viabilità di alcune zone di Milano, ecco tutte le novità.

Zona 30 Milano

Zona 30 Milano - Come anticipato nelle scorse settimane, a febbraio inizierà la posa della nuova segnaletica stradale che imporrà limiti di velocità a 30 chilometri orari in alcune zone del capoluogo lombardo. La nuova "Zona 30" coinvolgerà tutte le vie all'interno della Cerchia dei Navigli, con il Comune che ha intenzione di informare i residenti con volantini informativi che spiegheranno il nuovo provvedimento. La prima modifica alla circolazione coinvolgerà però la zona di via Cappuccio: dal 2 febbraio si invertiranno i sensi di marcia nel tratto tra via Circo e Sant'Orsola oltre che in via San Pio V, in via Necchi, in via Santa Valeria, in via Nirone ed in via Vigna. L'inversione dei sensi di marcia è pensata per ridurre il traffico nelle zone del centro di Milano.

Le modifiche più importanti saranno attive però a partire dal mese di marzo. Nelle prossime settimane gli addetti del Comune inizieranno infatti ad installare i nuovi segnali con limite di velocità a 30 km/h partendo dal perimetro dell'area. La nuova Zona 30 sarà delimitata a nord da via Meravigli e Corso Magenta, a est da via Orefici e via Cordusio, a sud da via Torino e via Cesare Correnti e ad ovest da via de Amicis e via Carducci. Dopo la prima fase che delimiterà il perimetro della Zona 30 con i nuovi cartelli, l'operazione di installazione della segnaletica all'interno di tutta la zona della Cerchia dei Navigli verrà completata entro le settimane successive.

Queste modifiche alla viabilità sono state predisposte in seguito alla “Risoluzione sulla sicurezza stradale europea per il 2011-2020” del Parlamento Europeo che “raccomanda vivamente alle autorità competenti di introdurre una velocità massima di 30 km/h per le zone residenziali e per tutte le strade urbane a una sola corsia che non dispongono di pista ciclabile separata, al fine di proteggere meglio gli utenti vulnerabili della strada”. Milano è solo una delle tante città che presto adotteranno i nuovi limiti stradali per il centro città, dopo che in alcune capitali europee, come ad esempio Parigi, la nuova Zona 30 ha ridotto fino al 40% gli incidenti stradali.

Milano: da Marzo nuovi limiti a 30 km/h


Milano - A partire dal prossimo mese di marzo alcune vie del capoluogo lombardo avranno un limite di velocità di 30 chilometri orari, ecco quali zone saranno interessate.

Cartello 30 kmh

Milano - Il 2015 si appresta ad essere un anno pieno di novità per i milanesi che, oltre alle nuove infrastrutture costruite per l'Expo 2015, si troveranno ad affrontare numerose modifiche alla viabilità cittadina. Tra le novità più importanti che coinvolgeranno il capoluogo lombardo, oltre all'installazione di nuove telecamere ed autovelox fissi, vi sarà anche l'introduzione di nuovi limiti di velocità a 30 chilometri orari per alcune zone del centro. A partire dal prossimo mese di marzo nella cerchia dei navigli verrà imposto il limite di 30 chilometri orari. Questo provvedimento dovrebbe coinvolgere tutte le vie all'interno dei navigli, con il Comune che sembra aver intenzione di ampliare pian piano la zona con limite a 30 chilometri all'ora.

La nuova area 30 km/h principalmente per favorire i pedoni e per ridurre, almeno in via teorica, gli incidenti. Tra la fine di febbraio e l'inizio di marzo 2015 il Comune inizierà ad installare i cartelli con il nuovo limite di velocità che dovrebbe poi entrare ufficialmente in vigore a partire dal mese di Aprile, anche se, una volta apposto il cartello, il limite sarà immediatamente valido. Sembra però che in queste zone con limite a 30 chilometri orari, come ci segnalano i colleghi di 02blog, non saranno presenti autovelox. Una scelta fatta dal Comune per cercare di dimostrare che l'area con limite a 30 chilometri orari non è una nuova soluzione pensata per raccogliere soldi multando gli eccessi di velocità degli automobilisti, ma un progetto pensato per sensibilizzare i guidatori ed infondere un maggior rispetto nei pedoni.

Milano vuole così dimostrarsi una città sempre più attenta alla mobilità, con soluzioni che spesso però, come in questo caso, si ripercuotono unicamente sugli automobilisti. Tutto questo proprio nella città più multata d'Italia, con una sanzione ogni 10 secondi nel 2014, un valore probabilmente destinato a crescere vista l'introduzione dei nuovi limiti di velocità e l'arrivo di nuove postazioni fisse di rilevamento delle infrazioni.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: