Auto storiche: lo scorso anno venduti esemplari per 1.3 miliardi di dollari

Negli Stati Uniti è aumentato il giro d'affari legato alle automobili d'epoca. Notevole il successo di Ferrari, che piazza otto vetture nella top ten (le altre due sono Ford GT40).

Ferrari 250 GTO

Il 2013 è stato un anno da record per il settore del collezionismo d’epoca. Lo dimostrano i numeri raccolti da una compagnia assicurativa, grazie ai quali scopriamo che lo scorso anno gli appassionati statunitensi hanno sborsato in totale 1.3 miliardi di dollari (1.06 miliardi di euro), 100 milioni in più rispetto al 2012. Sulla statistica influisce la prestazione della Monterey Car Week, manifestazione organizzata lo scorso agosto e durante la quale sono andate all’asta vetture per complessivi 430 milioni di dollari (350 milioni di euro).

La compagnia assicurativa ha messo in fila anche le dieci vetture più costose vendute in Nord America. Al primo posto si colloca una Ferrari 250 GTO del 1962 (38,115 milioni di dollari), seguita da una 275 GTB del 1964 (26,400 milioni) e da una 250 GT California SWB Spyder (15,180 milioni). Quarta è una 250 LM del 1964 (11,550 milioni), quinta una 275 GTB/4 del 1967 (10,175 milioni) e sesta una 250 GT California (8,800 milioni), prima di una fra le due vetture non provenienti da Maranello: è una Ford GT40 del 1964, andata all’asta per 7,560 milioni.

In ottava posizione si colloca una Ferrari 250 MM del 1953 (7,260 milioni), davanti alla seconda GT40 (un esemplare del 1965, venduto a 6,930 milioni) e ad un’altra Ferrari 250 GT, passata di mano a 6,875 milioni. La società assicurativa ha poi segnalato alcuni modelli le cui quotazioni sono aumentate in maniera significativa. Il prezzo medio di una Lamborghini Countach è cresciuto in media del +175% (a 736,599 per esemplare), quello di un’Alfa Romeo Giulia del 63% (ad 85.687 dollari) e quello di un’Aston Martin Lagonda del 32% (a 47.078 dollari).

  • shares
  • Mail