General Motors: nel 2011 è tornato il costruttore automobilistico più grande al mondo

general_motors

General Motors è tornata ad essere il costruttore automobilistico più grande al mondo nel 2011: il colosso americano, scalzato dalla vetta della classifica nel 2009, ha ripreso il primato dalle mani di Toyota, che dopo il biennio 2009-2010 è tornata a retrocedere in questa particolare graduatoria. La casa giapponese, che quest'anno con le sue connazionali ha dovuto subire disastri naturali di proporzioni immani, è stata superata anche da Volkswagen.

Il gruppo tedesco ha dunque raggiunto per la prima volta nella sua storia il secondo posto tra le case automobilistiche in termini di volumi di vendita globali. GM, che solo nel 2009 ha subito l'onta della bancarotta controllata, si è ripresa lo scettro vendendo in tutto il mondo 9.030.000 automobili, un incremento del 7,6% su base annua. Ancora meglio hanno fatto i concorrenti di Wolfsburg, che hanno venduto 8.156.000 unità, crescendo addirittura dell'11% rispetto al 2010.

L'incremento ha consentito il sorpasso di misura su Toyota, che si è invece fermata intorno ai 7.900.000 esemplari, prevalentemente a causa del terremoto e dello tsunami che hanno investito il Giappone a marzo assestando un colpo durissimo a tutta l'industria e alle infrastrutture del paese. Il colosso di Nagoya intende tornare a crescere già da quest'anno: l'obiettivo commerciale per il 2012 è quello di raggiungere gli 8,5 milioni di veicoli venduti in tutto il mondo.

  • shares
  • Mail
46 commenti Aggiorna
Ordina: