Mini: la John Cooper Works GP sarà disponibile anche per l'attuale generazione

Mini John Cooper Works GP

La già annunciata evoluzione del motore 1.6 turbo benzina rende implicito lo sviluppo di una Mini ad altissime prestazioni, erede di quella John Cooper Works GP prodotta in 2.000 esemplari numerati e caratterizzata da soluzioni tecniche e stilistiche più coraggiose. L’indiscrezione viene riportata da Car and Driver, che spiffera le confidenze di una fonte interna al marchio. La futura Mini John Cooper Works GP sarà equipaggiata con il quattro cilindri 1.6 nella variante da circa 225 CV, destinato in primis alla Countryman JCW ed in seguito alla berlina con caratterizzazione dedicata. L’aumento di potenza (+ 14 CV rispetto alla JCW standard) sarà accompagnato da una sensibile riduzione del peso, ottenuta grazie all’eliminazione dei sedili posteriori e ad alla maggior cura per la componentistica.

I tecnici rimuoveranno poi l’interno impianto di climatizzazione e modificheranno molle e sospensioni, seguendo così lo stesso copione già scritto per la John Cooper Works GP MkI. Ricordiamo che la GP prima serie utilizzava il motore 1.6 sovralimentato con compressore (218 CV, 250 Nm), accelerava da 0 a 100 km/h in 6.5 secondi e raggiungeva una velocità massima di 240 km/h.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: