Cina: il ponte da 350 milioni termina nel nulla

Il 30 ottobre avrebbero dovuto inaugurare il nuovo ponte fra Cina e Corea del Nord. E' costato 350 milioni di dollari, ma nessuno sa quando verrà aperto al traffico.

Grande risalto sta suscitando oltreoceano la vicenda di un gigantesco ponte autostradale costruito fra Cina e Nord Corea, costato l’equivalente di 350 milioni di dollari (284 milioni di euro) ma del tutto inutile: il viadotto rimane slegato dall’autostrada e termina in un campo coltivato. L’infrastruttura scavalca il fiume Yalu e misura 3 chilometri. Si trova vicino al confine fra le due nazioni e venne costruito nella speranza che agisse da volano economico, ma in realtà va considerato una gigantesca e costosissima cattedrale nel deserto: il New York Post scrive che il porte è privo di segnaletica e nei pressi del confine non si trova alcun locale dove gestire le operazioni di frontiera.

Dovrebbe unire la città cinese Dandong alla città nordcoreana Sinuiju, in cui sono presenti alcune delle pochissime attività industriale di cui la nazione può vantarsi. L’inaugurazione era fissata per il 30 ottobre, ma da allora è stata posticipata a data da destinarsi. La vicenda non ha lasciato indifferente persino il Global Times, quotidiano vicino al governo cinese, che ha intervistato alcuni cittadini del luogo ed ha reso pubblica la loro frustrazione: speravano infatti che il ponte fosse un’opera cardine per l’economia della regione. I due governi non hanno fornito commenti.

Hajime Izumi, osservatore presso la giapponese Shizuoka University, ha spiegato che i ritardi sarebbero da imputare al cambiamento nelle relazioni bilaterali fra i due paesi: un tempo Cina e Corea avevano stretto una solida alleanza, mentre oggi i rapporti sono più freddi e basati sul mutuo interesse. Allo stesso tempo è probabile che a Pyongyang vogliano tirare la corda per spingere la Cina ad aumentare il denaro che mette a disposizione. Resta in funzione il vecchio ponte, costruito nel 1937 e decisamente più spartano: viene aperta una corsia di marcia per volta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail