Pignoramento auto: scatta l’obbligo di consegna entro 10 giorni

Cambia la procedura con la riforma della Giustizia: la ricerca potrà avvenire anche via computer

Authorised Removal Unit Removes Illegally Parked Car

La recente riforma della Giustizia, tramutata da poco in legge, ha introdotto delle novità importanti sul pignoramento delle automobili (o di altri mezzi di proprietà) per i debitori. Questi aggiornamenti entreranno in vigore esattamente tra una settimana, cioè dal prossimo 11 dicembre, e prevedono un cambiamento sostanziale della procedura, rendendo più agevole la ricerca ed il pignoramento dei mezzi, con l’intervento forzato da parte della Polizia, se non vengono consegnati entro 10 giorni dalla notifica.

Un cambiamento importante arriva già nella ricerca dei veicoli di proprietà del debitore: potrà essere effettuata via computer, tramite i terminali collegati con il PRA (Pubblico Registro Automobilistico) da parte dell’ufficiale giudiziario. Dunque, non servirà più la ricerca fisica dell’automobile, ma una volta trovata sui registri, potrà essere posta sotto esecuzione forzata. A questo punto, verrà effettuata la notifica dell’atto al debitore e da quel momento scatterà l’obbligo di consegna del veicolo entro 10 giorni, all’Istituto vendite giudiziarie territoriali.

Se la vettura non verrà consegnata nei tempi previsti, sarà la Polizia stradale ad intervenire, per acquisirlo con la forza. Questo elemento, evidenziato da una circolare Aci, prevede il ritiro della carta di circolazione e la materiale apprensione dell’auto, con la consegna da parte delle forze dell’ordine al già citato Istituto vendite giudiziarie territoriali. Non sono state ancora comunicate, invece, le norme per stabilire eventuali sanzioni aggiuntive per chi non rispetta i termini di legge sulla consegna del veicolo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail