In Francia verranno penalizzate le automobili a gasolio

In Francia vogliono inasprire la tassazione nei confronti delle automobili a gasolio, finora avvantaggiate sotto il profilo fiscale. Ne guadagneranno le vetture elettriche.

2014_manuel_valls

Il Primo Ministro francese ha annunciato di voler cancellare i vantaggi finora concessi alle vetture con motore a gasolio. Manuel Valls (nella foto), intervenuto alla conferenza governativa sull’ambiente, ha spiegato che

per tanto tempo abbiamo favorito i propulsori diesel. È stato un errore e lo cancelleremo progressivamente, in maniera intelligente e pragmatica

I cugini d’oltralpe sono attesi ad una sorta di rivoluzione, dal momento che nell’Esagono ben 65 automobilisti su 100 guidano una vettura con motore diesel. Valls mira ad introdurre (già nel 2015) un sistema di classificazione basato sulle emissioni inquinanti, talmente restrittivo da proibire l’ingresso nei centri cittadini alle vetture più inquinanti. Il nuovo sistema fiscale – come scrive l’agenzia ANSA – dovrà favorire le automobili più ecologiche, anche mettendo loro a disposizione una maggiore quantità di parcheggi.

Il Primo Ministro vuole inoltre aumentare di 2 centesimi al litro le accise sul carburante, determinando la creazione di un tesoretto che potrebbe venir utilizzato per offrire un’alternativa a chi si trovasse nell’esigenza di cambiare la propria vettura: Valls ed i suoi collaboratori sono convinti di poter incassare 807 milioni di euro solo nel 2015. I fondi si aggiungeranno a quelli già previsti: Segolene Royal, Ministro dell'Energia, annunciò ad inizio 2014 che gli automobilisti intenzionati a rottamare un’auto a gasolio in favore di una vettura elettrica avrebbero ricevuto un bonus pari a 10.000 euro.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: