Salone di Detroit 2012: tutte le novità in arrivo

cobo_center

Il Salone di Detroit è ormai alle porte: l'edizione 2012 della più importante rassegna automobilistica del continente americano aprirà i battenti alla stampa di tutto il mondo fra quattro giorni. Dopo la crisi nera che nel 2009 ha colpito l'automotive americano minandone le stesse fondamenta e portando General Motors e Chrysler verso la bancarotta controllata, le quattro ruote hanno ripreso quota Oltreoceano.

E lo stesso è successo ai saloni dell'auto, a partire da quello di Detroit. La manifestazione del Michigan è andata recuperando nelle ultime due edizioni lo spessore pienamente internazionale che ha sempre avuto. Disertato da tanti costruttori stranieri nel biennio più buio della crisi, il NAIAS è tornato ad attirare le grandi case costruttrici.

Ultimo ritorno in ordine di tempo è quello di Nissan, che con la controllata Infiniti fu tra i primi a rinunciare al salone americano. I motivi per guardare con attenzione al Cobo Center quindi, sono davvero tanti quest'anno. Noi abbiamo realizzato una piccola guida con l'elenco dei debutti attesi nella capitale dell'auto a stelle e strisce. Ecco, in rigoroso ordine alfabetico, le novità più "calde" di questo inizio 2012.

Acura, il premium brand fondato nel 1986 dalla Honda per competere in Nordamerica, sbarcherà a Detroit con tre importanti novità. Oltre alla nuova RDX, la casa esporrà la ILX, uno studio di stile vicino alla produzione che anticipa la prossima berlina compatta. Il modello di serie, atteso in primavera, avrà un look molto innovativo rispetto all'attuale family feeling del brand e sarà disponibile anche con propulsione ibrida.

La regina dello stand però, sarà certamente la NSX, esposta qui sotto forma di prototipo. Honda ha ufficializzato l'intenzione di proporre un remake della sua supercar degli anni '90, per la gioia degli appassionati rimasti delusi quando (nel 2008) la casa interruppe bruscamente i programmi di sviluppo della nuova sportiva.

Audi A4 2012
Audi A4 2012
Audi A4 2012
Audi A4 2012

Audi punterà a Detroit sulla presentazione della A4, che ha raggiunto l'appuntamento con il restyling di metà carriera. L'inossidabile media tedesca sarà rinnovata in tutte le sue forme: l'aggiornamento interesserà contemporaneamente berlina, Avant, Allroad e la sportiva S4 e passerà -oltre che per i ritocchi estetici- per una serie di aggiustamenti tecnici in grado di ridurre di qualche punto percentuale i consumi e le emissioni della gamma motori. Non è escluso che la casa dei quattro anelli possa anche esporre una finora misteriosa concept car.

Bentley giocherà la carta dell'ampliamento della gamma verso il basso, nel tentativo di abbracciare una clientela più ampia e ridurre contemporaneamente la media di consumi ed emissioni delle sue vetture: Detroit ospiterà il debutto mondiale delle Continental GT e GTC V8. Spinte da un nuovissimo otto cilindri biturbo meno "esagerato" del dodici cilindri che va ad affiancare, le aristocratiche inglesi disporranno comunque di 500 CV e 650 Nm. Quanto basta per non perdere le performance sopra le righe che la B alata ha nel suo DNA.

Bentley Continental GT V8
Bentley Continental GT V8
Bentley Continental GT V8
Bentley Continental GT V8

Quella di BMW alla rassegna americana sarà una presenza molto importante: i bavaresi porteranno sull'altra sponda dell'oceano una serie di "vecchie conoscenze" lanciate negli scorsi mesi, e un paio di novità assolute. Al primo gruppo appartengono i prototipi elettrici i3 e i8, la nuova M5, la Serie 3 di ultima generazione e le ActiveHybrid 3 e 5.

La prima vera novità, che non ha ancora avuto conferme ufficiali, dovrebbe essere la nuova M6 Cabrio, spinta dallo stesso 4.4 V8 biturbo della M5, motore che potrebbe dare ancora qualcosa in più rispetto ai 560 CV che eroga sulla berlina. La seconda anteprima mondiale sarà invece quella della Serie 6 Gran Coupé, modello che nasce con il preciso intento di insidiare la Mercedes CLS. Ma passiamo a vedere cosa offriranno le Big Three giocando in casa.

BMW Serie 6 Gran Coupe
BMW Serie 6 Gran Coupe
BMW Serie 6 Gran Coupe
BMW Serie 6 Gran Coupe

Buick, marchio della galassia General Motors che non viene commercializzato in Europa, porterà in anteprima mondiale la sua proposta di SUV compatto. Battezzato Encore, l'offroad del costruttore americano ha importanti implicazioni anche sulla nostra sponda dell'Atlantico dal momento che anticipa la Opel Mokka, piccolo crossover che vedremo forse già a Ginevra a marzo. La piattaforma di Mokka e Encore è quella della nuova Corsa, che debutterà invece nel 2013.

Rimanendo in casa GM, vanno ricordati i debutti di altri due importanti modelli: all'ombra del Reinassance Center i padroni di casa lanceranno la nuova Cadillac ATS e la Chevrolet Sonic RS. La prima è una berlina media di fondamentale importanza per il premium brand americano, che ha tutta l'intenzione di rilanciarsi nella nicchia più prestigiosa del segmento D. Obiettivo ambizioso: affrontare le inossidabili BMW e Mercedes con una proposta a trazione posteriore accattivante e in grado di offrire parecchio in termini di piacere di guida.

Chevrolet presenta al Salone di Detroit la variante sportiva della Aveo
Chevrolet presenta al Salone di Detroit la variante sportiva della Aveo
Chevrolet presenta al Salone di Detroit la variante sportiva della Aveo
Chevrolet presenta al Salone di Detroit la variante sportiva della Aveo

La Chevrolet Sonic RS è invece la variante sportiva dell'utilitaria americana che da noi prende il nome di Aveo. Questa diretta anticipazione della "nostra" Aveo RS sarà spinta dal 1.4 turbo Ecotec da 140 CV e 200 Nm e promette di dare filo da torcere alle piccole bombe europee.

Passando al gruppo Chrysler incontriamo due première mondiali: il marchio di Auburn Hills lancerà la 200 Super S. Sviluppata dal reparto sportivo Mopar, la nuova versione della tre volumi americana si fa notare per una serie di dettagli estetici più aggressivi e offre uno Stage 2 dell'elaborazione che aggiunge alla caratterizzazione stilistica un nuovo impianto di scarico, un'aspirazione più generosa e un assetto più efficace nella guida veloce.

Dodge rivela gli interni della Dart con due teaser
Dodge rivela gli interni della Dart con due teaser
Dodge rivela gli interni della Dart con due teaser
Dodge rivela gli interni della Dart con due teaser

Mopar ha messo le mani anche in casa Dodge, trasformando la Charger R/T in qualcosa di ancor più cattivo del modello standard: la Charger Redline. Declinata in tre diversi stage di elaborazione, come la 200 Super S avrà elaborazioni che andranno dal solo kit estetico fino a un profondo intervento sul propulsore 426 Hemi. Nello Stage 3, non omologato per la circolazione stradale, l'otto cilindri americano raggiunge i 590 CV di potenza...

La novità più importante in arrivo da Dodge è però un'altra, la Dart. Battezzata come uno storico modello della casa, la nuova berlina compatta a tre volumi nascerà sulla piattaforma dell'Alfa Romeo Giulietta e sarà così la prima vettura del Gruppo Chrysler ad avere DNA italiano sottopelle. La Dart sostituirà la Caliber e porterà al debutto su un modello USA il sistema MultiAir e il cambio TCT doppia frizione di fabbricazione italiana. Altra trasmissione di primo livello sarà il nuovo automatico nove marce fabbricato da ZF.

Ford Mustang my2013 e Ford Mustang Boss 302 my2013
Ford Mustang my2013 e Ford Mustang Boss 302 my2013
Ford Mustang my2013 e Ford Mustang Boss 302 my2013
Ford Mustang my2013 e Ford Mustang Boss 302 my2013

La terza grande sorella dell'auto americana, Ford Motor Company, sarà naturalmente presente a Detroit con entrambi i marchi, Ford e Lincoln. La prima, oltre all'esagerata Mustang Shelby GT500 Convertible e al suo 5.8 V8 volumetrico da ben 650 CV e 813 Nm, porterà la nuova Fusion. Sviluppata secondo i dettami della nuova filosofia globale "One Ford" che ha portato sulle due sponde dell'Oceano una Focus e una Fiesta pressoché identiche, la nuova Fusion sarà la sorella gemella della prossima Mondeo, che vedremo probabilmente a Ginevra.

La piattaforma di Fusion e Mondeo sarà la stessa dell'altra grande novità di FoMoCo a Detroit, la MKZ Concept. Il prototipo, che anticipa la prossima media premium marchiata Lincoln, promette di svecchiare l'immagine del brand e di renderlo più appetibile ad una clientela maggiormente dinamica e giovanile.

Tornando al Sol Levante e al gruppo Honda, il marchio nipponico porterà a Detroit oltre alla già citata Acura NSX, la concept car che anticipa la prossima generazione della Accord Coupé. I tempi in cui i giappo facevano il bello e il cattivo tempo negli USA però, sono acqua passata da lungo tempo, e gli spazi per altri rampanti costruttori stranieri -leggasi coreani- sono andati crescendo rapidamente negli ultimi anni.

Hyundai Genesis Coupé facelift: nuove foto e dati ufficiali
Hyundai Genesis Coupé facelift: nuove foto e dati ufficiali
Hyundai Genesis Coupé facelift: nuove foto e dati ufficiali
Hyundai Genesis Coupé facelift: nuove foto e dati ufficiali

Hyundai, il principale costruttore di Seoul, si presenterà a Detroit con un prodotto fino a qualche anno fa impensabile, la Veloster Turbo. Caratterizzata da uno stile a dir poco audace e da un'immagine coraggiosa e originale, la nuova versione del modello aggiungerà con la sovralimentazione una carta in più ad un modello già di per sé molto interessante. La Veloster non sarà la sola sportiva Hyundai a raggiungere Detroit: al suo fianco debutterà la Genesis Coupé, che ha vissuto un aggiornamento di metà carriera molto profondo e ricco di contenuti.

Per un costruttore che ha trovato da qualche tempo la sua strada sul piano del design, ce n'è un altro per alcuni versi più "maturo", che ha appena iniziato questa ricerca. Le Lexus, fino a un passato molto recente non hanno mai emozionato in maniera particolare per il loro stile, ma le cose stanno per cambiare, come testimoniato dagli ultimi prototipi. A Detroit la casa giapponese esporrà una LF-LC che già con la sua tinta rosso fuoco non lascia spazio a equivoci sulle sue intenzioni: l'ultima concept dice chiaro e tondo che le prossime Lexus saranno dinamiche e belle da guardare, oltre che tecnicamente all'avanguardia.

Maserati Kubang: nuove foto ufficiali
Maserati Kubang: nuove foto ufficiali
Maserati Kubang: nuove foto ufficiali
Maserati Kubang: nuove foto ufficiali

Se l'unico costruttore italiano a portare una novità sarà Maserati, che esporrà per la prima volta in America la Kubang, concept car che anticipa il primo SUV del Tridente, la presenza tedesca sarà davvero ricchissima. Altro costruttore a fare la parte del leone oltre a BMW sarà chiaramente Mercedes: la Stella porterà al Cobo Center la bellezza di tre anteprime mondiali.

Le novità da non perdere sullo stand di Stoccarda saranno le due nuove Classe E ibride, la E 400 Hybrid con il 3.5 V6 benzina (che non arriverà in Europa) e la E 300 BlueTec Hybrid con il 2.1 CDI da 204 CV. Entrambi disponibili nelle carrozzerie berlina e station, le nuove varianti debutteranno a settembre e offriranno consumi ed emissioni molto contenuti grazie ad una serie di soluzioni particolarmente avanzate. Fra queste, il cosiddetto "sailing mode", che permette di viaggiare in autostrada con il solo motore elettrico a velocità costante.

Mercedes SL R231
Mercedes SL R231
Mercedes SL R231
Mercedes SL R231

Ecologia da un lato, lusso e sportività dall'altro: Detroit sarà il palcoscenico per il debutto di un vero e proprio mito vivente con la Stella sul cofano. Stiamo ovviamente parlando dell'SL, giunta alla sesta generazione con la solita impressionante quantità di contenuti in termini di tecnologia, piacere di guida, comfort sicurezza e design.

Sempre scoperta, sempre a due posti, ma decisamente più piccola e abbordabile è la Mini Roadster, modello che andrà ad arricchire ulteriormente l'offerta di una casa che è nata piccola, ma che sembra non volersi fermare mai e accontentare tutti i capricci del proprio pubblico. Si sovrapporrà alla Cabrio? In Mini sono convinti di no e scommettono su una clientela diversa rispetto a quella della scoperta quattro posti.

Mini Roadster
Mini Roadster
Mini Roadster
Mini Roadster

Il ritorno di Nissan, cui abbiamo già accennato, sarà celebrato con la prima mondiale di una nuova concept car: la prossima generazione della Pathfinder, grosso fuoristrada che non ha certo l'agilità di una Juke sul nostro lato dell'Atlantico, troverà certo terreno fertile in America, dove i problemi di spazio sono decisamente diversi. La vedremo come detto sotto forma di prototipo, in vista di una rapida traduzione in forma di serie.

La Mercedes SL non sarà l'unica scoperta leggendaria a debuttare a Detroit. Ad affrontarla ci sarà un altro mito dell'automobile tedesca, sempre "Made in Stuttgart". Stiamo parlando ovviamente della nuovissima Porsche 911 Cabriolet, altro modello dai contenuti elevatissimi che non ha certo bisogno di troppe chiacchiere per essere presentato.

Scion FR-S
Scion FR-S
Scion FR-S
Scion FR-S

Dopo aver fatto impazzire gli appassionati delle sportive della porta accanto al Salone di Tokyo, la Toyota FT 86 torna a farsi vedere in terra d'America. La coupé a trazione posteriore sviluppata insieme a Subaru e attesissima dal pubblico che ama la bella guida e le prestazioni a costi ragionevoli, si presenterà a Detroit con il marchio Scion e il nome di battesimo FR-S. Accanto a lei, anche la Subaru BRZ celebrerà la sua première nel continente americano.

Il 2012 sarà un anno di importanza fondamentale per il marchio Smart, che lancerà nell'arco dei prossimi 12 mesi la terza generazione della sua iconica ForTwo. Il nuovo modello avrà una parentela tecnica strettissima con la futura Renault Twingo, in virtù dell'accordo industriale siglato tra Mercedes e Renault-Nissan, intesa che porterà numerosi frutti negli anni a venire.

Smart for-us
Smart for-us
Smart for-us
Smart for-us

La piccolissima due posti tedesca sarà anticipata dalla divertente concept For-Us: si tratta di un curioso pick-up dalle dimensioni compatte che nelle pieghe del suo aspetto giocoso nasconde alcuni degli stilemi della prossima ForTwo.

Altra proposta che verrà ricordata come una delle più originali sarà l'attesa Tesla Model X. Il terzo modello della piccola casa californiana specializzata in auto elettriche, sarà un crossover, che andrà ad arricchire la gamma sinora composta dalla capostipite Roadster e dalla berlina Model S. Inizialmente programmata per un debutto a fine 2011, la Model X nascerà sulla stessa base della Model S e sarà una originale via di mezzo tra SUV, monovolume e coupé, combinazione che fa pensare -in via del tutto ipotetica- a proposte come Mercedes Classe R e BMW X6.

Toyota Land Cruiser V8 M.Y.2012
Toyota Land Cruiser V8 M.Y.2012
Toyota Land Cruiser V8 M.Y.2012
Toyota Land Cruiser V8 M.Y.2012

Tra i costruttori che hanno in serbo l'arsenale più grosso per Detroit 2012 c'è sicuramente Toyota. Il colosso nipponico, che negli USA sta gradualmente risalendo la china dopo gli scandali dei richiami che l'hanno danneggiata negli scorso anni, porterà al debutto ben tre novità assolute: la Land Cruiser rinnovata come Model Year 2012, la Prius C e la NS4 Concept.

La seconda è stata già svelata a Tokyo e andrà in vendita quest'anno in Giappone e USA. Lunga 3,99 metri, combina un 1.4 benzina da 76 CV ad un motore elettrico da 63, per una potenza massima combinata di 102 CV. La NS4 è invece un prototipo di ibrida plug-in noto solo da qualche enigmatico teaser fotografico. A quest'ultima proposta, in anteprima mondiale, spetterà ovviamente il centro del palcoscenico.

L'esposizione Volkswagen sarà tutta all'insegna dell'ecologia: il colosso di Wolfsburg si presenterà in Michigan con una concept car ad alimentazione elettrica di cui non si conoscono dettagli. Al suo fianco verrà lanciata la ben più concreta Jetta Hybrid, variante termico-elettrica di una berlina tradizionalmente molto apprezzata sul mercato americano.

Volvo presenterà al prossimo Salone di Detroit l'XC60 Plug-in Hybrid Concept
Volvo presenterà al prossimo Salone di Detroit l'XC60 Plug-in Hybrid Concept
Volvo presenterà al prossimo Salone di Detroit l'XC60 Plug-in Hybrid Concept
Volvo presenterà al prossimo Salone di Detroit l'XC60 Plug-in Hybrid Concept

Anche la Volvo, per finire, porrà l'accento sulla riduzione dei consumi e delle emissioni: proprio negli ultimi giorni la casa svedese ha annunciato la sua anteprima mondiale per il Salone di Detroit. La protagonista dello stand sarà la nuova XC60 Plug-in Hybrid Concept, equipaggiata da una possente accoppiata tra un 2.0 turbo da 280 CV e 380 Nm e un motore elettrico da 70 CV e 200 Nm, che la spara da 0 a 100 in soli 5,8 secondi garantendo performance ambientali altrettanto sorprendenti.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: