Track Car: la proposta di un nostro lettore

Una vettura pensata soprattutto per divertirsi in pista


Il nostro lettore Marcello Ribuffo ci ha mandato queste interessanti elaborazioni grafiche di una promettente vettura dedicata alla pista


Mi chiamo Marcello Ribuffo, ho 24 anni e sono un neo laureato in disegno industriale dell'Università degli studi di Palermo. Vorrei proporre un mio nuovo progetto, una Track Car, ovvero una vettura pensata soprattutto per divertirsi in pista. Essendo questo settore in crescita, ho pensato che questa tipologia di veicolo potesse interessare ad una casa di forti tradizioni sia motociclistiche e automobilistiche, fondendo le due cose. Prendendo spunto da auto già famose come Ariel Atom e Bac Mono, ho realizzato TCX (Track Car eXperimental), leggera, dalle linee sinuose e taglienti che seguono una funzione aerodinamica.

La vettura, monoposto, è spinta da un motore derivato dalla Honda RC213V che gareggia nella Moto GP, un V4 da 1000 cm cubi da 230 CV circa, posto nella parte centrale posteriore, più che sufficienti per una vettura che peserebbe appena 500 Kg, grazie all'uso di materiali quali fibra di carbonio, kevlar e titanio. La parte anteriore della vettura è dotato di un sistema DRS, simili alle odierne vetture di Formula 1, quindi è possibile variare l'incidenza degli spoiler anteriori agevolando la velocità in rettilineo o la maggiore aderenza in curva. Nella parte posteriore è presente, oltre ad un grande spolier, legato sinuosamente alla carrozzeria, un estrattore d'aria che garantisce grande deportanza.

Il progetto sembra ambizioso ed oltremodo interessante: voi cosa ne pensate? Vi ricordiamo che per inviarci le vostre ricostruzioni grafiche, foto spia o immagini divertenti, potete scrivere a suggerimenti@autoblog.it.


  • shares
  • Mail