AeroMobil 3.0 è l'ultima versione dell'auto-velivolo

L’azienda slovacca ha avuto qualche problema nel recente passato, ma ora è pronta a mettere in commercio l’ultima evoluzione del suo ibrido.

La stretta attualità legata alle automobili volanti non è del tutto incoraggiante, ma il risultato dei test va comunque ritenuto univoco: l’AeroMobil 3.0 ha ottenuto tutte le certificazioni necessarie ed è stata pertanto messa in vendita. Per questo motivo l’azienda slovacca ha partecipato ad una fiera riservata ai velivoli ed ha rivelato tutte le informazioni a proposito di quella che viene definita flying car, veicolo giunto alla terza generazione e capace di spostarsi con estrema naturalezza tanto su strada quanto fra le nuvole.

La 3.0 utilizza il motore Rotax 912. E’ un quattro cilindri boxer di origine aeronautica, raffreddato a liquido ed alimentato da un carburatore, pesante circa 55 chili e capace di sviluppare una potenza nell’ordine degli 80 CV. Assicura prestazioni decisamente valide: l’AeroMobil 3.0 raggiunge su strada i 160 km/h ed in cielo i 200 km/h, mentre l’autonoma si attesa rispettivamente ad 875 chilometri ed a 700 chilometri.

Il telaio è in acciaio ed il corpo vetture in fibra di carbonio, l’abitacolo ospita un massimo di 2 passeggeri e le dimensioni ad ali chiuse non variano troppo rispetto a quelle di un furgone: il corpo vettura è lungo 6.00 metri ed è largo 2.24 metri, ma ad ali aperte l’AeroMobil 3.0 raggiunge gli 8.32 metri. La trasformazione da automobile a velivolo si completa in pochi secondi, mentre per il decollo è sufficiente qualche centinaio di metri. L’equipaggiamento avionico, i paracadute ed il pilota automatico non sono ancora disponibili, ma verranno installati nel corso di uno fra i primi aggiornamenti. Il prezzo è ancora sconosciuto.

  • shares
  • Mail