Nel 2015 Peter Max metterà all'asta la sua collezione di 36 Corvette d'epoca

L'artista Peter Max acquistò nel 1989 trentasei Corvette d'epoca. Da allora le ha tenute con scarsa attenzione, facendole sprofondare in uno stato di abbandono. Nel 2015 però finiranno all'asta.

peter_max_corvette_collection

Nel 1989 il canale satellitare statunitense VH1 organizzò un concorso dal montepremi decisamente ricco ed appetibile: trentasei Corvette d’epoca, una per tutti i Model Year dal 1953 al 1989. Regista della campagna fu il produttore televisivo Jim Cahill, a cui venne affidata la responsabilità di cambiare l’immagine del canale e renderlo più appetibile nei confronti dei cosiddetti baby boomers. Ben venticinque esemplari montavano la trasmissione automatica, mentre quattordici erano in configurazione open top. Cahill si lasciò prendere la mano – spese 610.000 dollari – e costrinse i responsabili di VH1 ad introdurre un numero a pagamento (1.49 dollari/chiamata), che gli interessati avrebbero dovuto cambiare per partecipare all’estrazione.

In questo modo VH1 provò a limitare le perdite. Ci riuscì, dal momento che nella prima giornata composero il numero 190.000 persone e furono 1.3 milioni fino al termine del concorso. L'estrazione premiò Dennis Amadeo, un carpentiere di Long Island che quasi subito vendette l’intera collezione al famoso artista Peter Max: pagò 250.000 dollari in contanti e fornì al venditore anche 200.000 dollari in opere d’arte. Il pittore iniziò pian piano a disinteressarsi delle automobili – in seguito ammise di averle comprate dopo un sogno premonitore – e finì con il sistemarle in vari parcheggi pubblici di New York. Il sito New York Magazine le rintracciò tutte e nel 2005 scrisse un articolo per raccontare la vicenda, sollevando quel velo di incuria che giace (letteralmente) sulle trentasei automobili.

Questo è il preambolo. Vi abbiamo raccontato la vicenda perché Max ha finalmente dedicato un po’ di attenzioni al suo tesoretto: le automobili sono state affidate ad un gruppo di esperti e verranno progressivamente rimesse in sesto, così da essere vendute all’asta il prossimo anno. Alcuni esemplari vantano un discreto valore collezionistico: la Corvette del 1953 è la numero 291 delle 300 realizzate, mentre il Model Year 1955 diede origine a soli 700 esemplari.

  • shares
  • Mail