Tesla: nuove crossover e station-wagon derivate dalla Model III

Nel mirino ci sono le segmento D dei premium brand europei.

Tesla Model S P85D

Elon Musk ha recentemente annunciato che il nuovo modello entry-level della gamma Tesla verrà denominato “Model III”, sarà svelato nel 2016 e commercializzato l’anno successivo: la vettura sarà prodotta su una piattaforma completamente nuova, costruita sotto la guida di Chris Porritt, ex uomo di Aston Martin. La Model III dovrebbe essere il 20% più piccola della Model S ed avere un prezzo di attacco di circa 35.000 dollari. Tesla equipaggerà l’auto di batterie a ioni di litio più economiche da realizzare, prodotte nella nuova Gigafactory: queste ultime permetteranno alla entry-level un’autonomia di 322 km e prestazioni più che brillanti.

Ma le notizie interessanti non finiscono qui: da quanto suggerito da Porritt, sembra che sulla base della Model III potrebbero essere costruite una station-wagon ed una crossover; declinazioni di carrozzeria che allargherebbero sensibilmente il potenziale bacino di utenza dei veicoli Tesla. Certo è che la politica commerciale, alias i prezzi di listino, sarà fondamentale per il successo delle auto in questione: da un lato infatti la concorrenza nei suddetti segmenti è più che agguerrita; dall’altro mantenere i prezzi concorrenziali potrebbe essere la chiave di volta per vincere il (residuo) scetticismo dell’utenza nei confronti delle auto elettriche.

In tutto questo la Gigafactory avrà un ruolo fondamentale per abbassare i costi di produzione e rendere la tecnologia elettrica più accessibile per l’utente finale. Intanto, in attesa della Model III, Tesla si prepara ad avviare la produzione della Model X, che inizierà nei primi mesi del 2015: si tratta una SUV che sarà proposta esclusivamente con la trazione integrale.

  • shares
  • Mail