Il GhostDash fornisce una traccia fantasma quando si guida in pista

L'autore del progetto sta raccogliendo fondi su Kickstarter ed è convinto di poterlo spedire già dal inizio 2015. Il GhostDash funziona quando abbinato ad un computer o ad un tablet Windows.

High Rise Garage è il nome della start-up texana che potrebbe lanciare un dispositivo estremamente utile per tutti gli amanti della guida in pista. Il GhostDash è un monitor da sistemare dietro il volante, trasparente al 98%, che riproduce la realtà aumentata e suggerisce al conducente quale traiettoria seguire.

L’idea è venuta a Justin Hayes. Il ragazzo – amante dei track day – vuole introdurre una piattaforma che mostri al pilota la traiettoria tenuta nel giro precedente e che allo stesso tempo fornisce benefici in materia di sicurezza, perché il pilota non deve più abbassare lo sguardo per leggere utili informazioni. Componenti del GhostDash sono un modulo GPS, un computer con sistema operativo Windows, un piccolo proiettore ed uno schermo olografico, realizzato non in vetro e quindi esente da riflessi.

Il sistema memorizza la traccia del giro precedente e la restituisce sotto forma di ghost car, insieme al margine di vantaggio o ritardo, alla velocità ed al tempo sul giro. Al conducente basta così seguire la traccia per migliorare il proprio stile di guida. Hayes sta raccogliendo 43.500 dollari ed auspica di consegnare il GhostDash a partire da febbraio, nonostante ad oggi abbia raccolto solo un ventesimo della somma complessiva. Il dispositivo richiede la connessione Bluetooth e funziona quando abbinato ad un laptop o ad un tablet, a patto che il sistema operativo sia Windows.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: