In Gran Bretagna sono stati sequestrati 44 veicoli rubati. Erano diretti all'estero

Nel Regno Unito è stato scoperto e fermato un carico di 44 veicoli rubati. Le automobili stavano per essere spedite in Birmania, in Malesia e negli Stati Uniti.

Le autorità britanniche hanno sequestrato ieri un totale di 44 veicoli, sottratti ai rispettivi proprietari nel Regno e sul continente e poi diretti in Birmania, in Malesia e negli Stati Uniti. La notizia ha suscitato scalpore perché quasi tutte le automobili sono di gran prestigio: il The Telegraph conta ad esempio la presenza di Audi, BMW, Porsche e Range Rover, oltre ad almeno una motrice Scania e ad un escavatore Komatsu.

Il valore dei mezzi sequestrati ammonta ad 1.2 milioni di sterline, pari ad oltre 1.5 milioni di euro. Diciotto dei 44 veicoli sono stati rubati a soggetti privati, mentre i 26 mezzi restanti appartenevano a società. Tom Dowdall, della National Crime Agency (NCA), spiega che i gruppi organizzati hanno individuato nel contrabbando di automobili una nuova fonte di gettito: a suo dire vengono organizzati carichi in cui assieme alle vetture sono spedite anche partite di droga. L'operazione è stata condotta nei porti di Hull, Immingham, Grangemouth, London Gateway, Felixstowe, Tilbury e Southampton.

Questo episodio rende ancora più spesso il faldone dei furti su commissione, reato purtroppo in aumento e di cui vi abbiamo già dato conto in passato. Ricorderete sicuramente la vicenda del veicolo commerciale fermato in Ungheria, al cui interno si trovava una BMW X6 smontata pezzo dopo pezzo. Il malvivente venne fermato a Csongrád, nell’Ungheria meridionale, dopo un banale controllo di rito. Lo Sprinter fu ovviamente sequestrato dagli agenti, che provvidero anche all’arresto del corriere.

  • shares
  • Mail