Con l'iPhone apriremo le porte della nostra automobile?

I dispositivi mobili Apple serviranno per gestire le principali funzioni di un'automobile? Un brevetto sembra confermarlo.

apple_patent

Lo US Patent and Trademark Office ha registrato un brevetto depositato da Apple. E’ il numero 8,868,254, relativo ad un sistema di controllo con funzione geo-fencing (traducibile letteralmente con recinto geografico). Il sito International Business Times spiega che questa sarebbe la prova provata di una rivoluzione che la mela morsicata ha l’ambizione di innescare: Apple vuole infatti sostituire la chiave di avviamento delle nostre automobili con una piattaforma da integrare all’interno di un dispositivo mobile, come possono essere un iPhone, un iPad o soprattutto un Apple Watch.

Il sistema CarPlay della vettura dovrebbe a questo punto inviare un segnale al dispositivo mobile. Mezzo di comunicazione sarebbe un file di tipo vCard, il quale fungerà da vettore con cui trasmettere le principali informazioni di natura geografica. Il proprietario dell’iPhone deve a questo punto creare un recinto digitale attorno alla vettura – il tutto, ovviamente, in maniera sicura ed intuitiva – e dialogare con una sorta di cervellone: sarà possibile assegnare determinati compiti, come ad esempio attivare l’allarme ed alzare i vetri laterali non appena si oltrepassa il margine del recinto digitale.

Apple Insider rivela inoltre che il sistema potrebbe rifiutarsi di accendere il motore fino a quando il proprietario dell’iPhone non è effettivamente seduto sul sedile del conducente. Il brevetto è stato depositato nel 2012 ed i suoi crediti sono attribuiti a Sylvain Louboutin di Sunnyvale (California). Resta da vedere se e quando la tecnologia verrà introdotta in serie.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: