Roma: dal 16 novembre tornano le domeniche ecologiche

Stop totale del traffico all'interno della Fascia verde; ma ci saranno deroghe per i mezzi meno inquinanti e verrà potenziato il trasporto pubblico.

Domeniche_a_piedi

A Roma l’arrivo dell’autunno coincide col ritorno delle "domeniche ecologiche": parliamo del blocco totale della circolazione cittadina per evitare i picchi di inquinamento. Quest'anno l’iniziativa partirà il 16 novembre 2014, ma sono già previste altre 4 date: il 28 dicembre, il 22 febbraio e il 15 marzo 2015. Lo stop alla circolazione riguarderà la “Fascia verde”, con orari che dovrebbero andare dalle 7.30 alle 12.30 e dalle 16.30 alle 20.30: sarà quindi garantita la possibilità di usare il proprio mezzo in fasce orarie particolarmente sensibili la domenica, come quella del pranzo e del primo pomeriggio.

Alla base di questa misura di arresto obbligatorio del traffico ci sono "i valori delle concentrazioni inquinanti PM10 e NO2” che “risultano tuttora elevati. In particolare le concentrazioni NO2 sono a oggi significativamente più elevate degli attuali valori limite fissati dalle norme vigenti. Occorre quindi contrastare il fenomeno dell'inquinamento atmosferico". Inoltre, secondo il Comune di Roma Capitale "le domeniche di chiusura al traffico contribuiscono a sensibilizzare la cittadinanza sulle problematiche inerenti l'inquinamento, contribuendo alla diffusione di modelli culturali alternativi". Non a caso nel corso delle “domeniche a piedi” sarà incentivato l'uso di bike e car sharing. Previste anche agevolazioni per gli ingressi ai musei civici ed al bioparco. Non dovrebbero mancare fiere dei prodotti agricoli delle aziende "a chilometri zero".

Insieme al blocco del traffico, "per ovviare all'eventuale disagio arrecato dal divieto totale della circolazione veicolare - precisa la memoria depositata in Campidoglio - si sta concordando con l'assessorato alla mobilità il potenziamento del trasporto pubblico locale per le 4 domeniche a piedi"; le stesse saranno scelte evitando quelle in cui sono previsti altri eventi. Non dovrebbero mancare le deroghe per i veicoli non inquinanti, mezzi elettrici ed ibridi, a metano e a gpl, gli autoveicoli a benzina e diesel euro 5, i ciclomotori a 2 ruote con motore 4 tempi euro 2 ed i motocicli a 4 tempi euro 3.

  • shares
  • Mail