Le nuove abitazioni in California saranno ottimizzare per ricaricare le auto elettriche

Dal 2015 tutte le nuove abitazioni in California potrebbero adottare un impianto elettrico dalle prestazioni maggiorate, utile per garantire la ricarica casalinga delle batterie.

ev_car

Le autorità della California starebbero pensando di modificare il regolamento California Building Code (CBC2016), ovvero una sorta di piano regolatore che determina le norme da rispettare al fine di costruire un’abitazione. Le nuove regole dovrebbero introdurre alcuni obblighi a favore delle automobili elettriche. Il sito LongTail Pipe ha esaminato gli ultimi documenti caricati dalla Building Standards Commission e scrive che dal prossimo anno le nuove case dovranno consentire in maniera nativa di caricare le batterie montate su eventuali automobili elettriche.

Per questo motivo verranno installati specifici condotti e l’impianto elettrico sarà potenziato. Questi interventi dovrebbero gravare per una 50ina di dollari sul costo finale dell’abitazione, e permetteranno agli acquirenti di risparmiare una cifra non indifferente: gli stessi elementi costano 200 dollari se montati ad abitazione conclusa. L’impianto non consentirebbe di ricaricare le batterie alla stessa velocità di un supercharger (per cui bastano appena 20 minuti), ma sarebbe potente a sufficienza per assicurare un ciclo completo durante la notte. AOL riferisce che questa misura è già in vigore a Palo Alto.

Nella cittadina californiana tutte le nuove abitazioni devono essere equipaggiate con un impianto da 240 volt/40 ampere. L’amministratore del Golden State ha firmato nel settembre 2013 il documento Bill 8, che fornisce l'autorizzazione a spendere 2 miliardi di dollari in dieci anni per favorire la diffusione delle automobili a ridotto impatto ambientale.

  • shares
  • Mail