La Renault 4 ritorna in nuovi render

Un mito dell'automobilismo ritorna, virtualmente in vita. Ecco i nuovi render della Renault 4 con foto e video.

La Renault 4 è stata una delle auto francesi più famose di sempre. Il suo design semplice e minimalista nascondeva uno spaziosissimo abitacolo in grado di accogliere fino a cinque persone bagagli inclusi nonostante la lunghezza esterna di soli 3 metri e 66 centimetri. Il successo di questa vettura fu immediato e già all'inizio degli anni sessanta Renault raccolse centinaia di migliaia di ordini per una vettura destinata a cambiare il volto della Francia e del Mondo intero. La R4 è infatti stata esportata successivamente su centinaia di mercati mondiali, dal Sud America all'Africa, collezionando, nei trent'anni di carriera fino alla chiusura della produzione nel 1992, oltre 8 milioni di esemplari venduti. Il segreto era nella semplicità, con una meccanica affidabile con motori quattro cilindri con potenze dai 20 ai 34 cavalli, sufficienti per far muovere le varie versioni che spaziavano dai 540 ai 720 chilogrammi di peso.


Questa icona dell'automobilismo francese è tornata alla ribalta già in passato con alcuni render che l'hanno reinterpretata in chiave moderna ma, proprio nell'ultimo periodo, sono emersi nuovi progetti grafici che mostrano come potrebbe essere una Renault 4 dei giorni nostri. L'impostazione è chiaramente derivata dal modello originale, con linee e particolari che riprendono quanto progettato negli anni sessanta. Un esempio lampante sono i fanali anteriori che, richiamando il look tondo dei proiettori originali, caratterizzano in maniera importante il frontale che risulta semplice e privo di eccessi di design.

Stessa storia anche per la fiancata, con dei montanti che riprendono l'angolazione originale del parabrezza ed una serie di vetrature laterali che ricorda l'impostazione a tre finestrini della Renault 4. Un altro esempio è anche la coda della vettura, semplice e funzionale, con due piccoli fanali ed un portellone piatto e minimalista. Il resto è caratterizzato dalla modernità, con cerchi in lega di grandi dimensioni generose ed alcune nervature che portano ai giorni nostri un gioiello di design del passato: un omaggio alla storia dell'auto creato da David Obendorfer.







  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: