Porsche: la sportiva a motore centrale utilizzerà l'architettura della nuova Audi R8?

Porsche 918 Spyder

La futura Porsche a motore centrale non verrà equipaggiata con un’ossatura specifica, ma utilizzerà la struttura in fibra di carbonio destinata anche alle nuove Audi R8 e Lamborghini Gallardo e anticipata dalla recente R8 e-tron Concept. Lo scrive Autocar, esprimendo così il malumore dell’amministratore delegato Porsche. Matthias Müller sperava infatti di realizzare la sportiva con un’architettura apposita, sviluppata in casa, slegata dai progetti a marchio Audi e Lamborghini. Ed invece i dirigenti del gruppo VAG hanno privilegiato la voce “costi” anziché l’heritage delle singole vetture, obbligando le tre sorelle a creare un’ossatura unica (per quanto altamente personalizzabile). Autocar tuttavia suggerisce una chiave di lettura inedita e per certi versi sorprendente.

Müller non avrebbe smarrito le sue perplessità. Resta quindi dubbioso e critico, incapace di apprezzare i vantaggi di una collaborazione certo non priva di fascino. Per questo motivo la nuova Porsche rischia di slittare addirittura al 2020, quando inizierà lo sviluppo delle R8 III e Gallardo IV: il marchio di Zuffenhausen preferisce quindi “saltare un giro” pur di imporre le proprie soluzioni tecniche, che al momento non sono implementabili per via della già citata parentela con la e-tron Concept. Ricordiamo che la Porsche a motore centrale si posizionerà fra la 911 top di gamma e la 918 Spyder.

Il magazine inglese riporta poi alcune indiscrezioni relative alla R8. Durante il salone di Ginevra verrà presentato un lieve aggiornamento, che introdurrà modifiche estetiche, più cavalli destinati ai motori V8 4.2 (da 430 a 450) e V10 5.2 (da 525 a 560) ed un nuovo cambio S-tronic a doppia frizione, in sostituzione dell’attuale R-Tronic.

  • shares
  • Mail
44 commenti Aggiorna
Ordina: