Linea DS: nel 2015 abbandonerà il badge Citroen

Nel mirino del brand transalpino c'è Audi: entro il 2020 arriveranno 6 nuovi modelli.

Citroen Divine DS Concept

I modelli della linea DS perderanno il logo Citroen a partire dal prossimo anno: un presupposto strategico importante per elevare l’immagine del marchio di lusso francese e traghettarlo, entro il 2020, a ridosso di brand come Audi. Perlomeno è questa l’aspettativa di Carlos Tavares, Presidente del gruppo PSA. E’ stato quest’ultimo a confermare quanto sopra scritto, aggiungendo che per diversificare l’offerta fra i due marchi “non serve avere piattaforme e concessionarie separate”, ma che Citroen e DS “avranno standard produttivi ed ingegneristici differenti”.

Tuttavia Tavares ammette che la linea DS vuole entrare nel segmento premium senza combattere il monopolio tedesco con le sue stesse armi. C’è invece la volontà di promuovere la sofisticazione transalpina, la mondanità ed il modo di vivere dei francesi; valori che "i tedeschi non possono replicare - afferma Tavares - e presto proporremo delle concept cars che esprimeranno questi concetti”.

Il boss della linea DS, Yves Bonnefort, ha già anticipato che nei prossimi anni la line-up del marchio che presiede sarà ampliata a 6 modelli, dai 3 attuali: fra essi sono previsti una berlina di lusso per il mercato cinese, la DS9, una SUV e, molto probabilmente, una rivale per la Fiat 500. Intanto al prossimo Salone di Parigi potremo vedere dal vivo la nuova Divine DS Concept (in foto), che getta alcuni dei canoni stilistici che vedremo in futuro.

Tornando al confronto con Audi, Tavares ha comunque specificato che l'obiettivo di PSA non è raggiungere i volumi di vendita della casa dei quattro anelli, impresa che richiederebbe peraltro una gamma ben più amplia di 6 modelli: il target dei francesi è piuttosto quello di misurare il successo delle auto DS in base ai margini di guadagno per singola unità prodotta. Una strategia che potrebbe essere la chiave di volta per qualunque costruttore che abbia “velleità premium” per il futuro.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: