Uber-Taxi, scontro in Tribunale l'11 maggio

L'associazione dei tassisti ha chiesto la sospensione del servizio, a causa di concorrenza sleale

a:2:{s:5:"pages";a:5:{i:1;s:0:"";i:2;s:37:"Uber pensa alle auto senza conducente";i:3;s:45:"Sciopero mezzi pubblici: Uber regala la corsa";i:4;s:38:"Uber: arrivano Maserati e Lamborghinii";i:5;s:29:"Uber: nuovi scioperi dei Taxi";}s:7:"content";a:5:{i:1;s:1557:" I tassisti contro Uber

Uber – Prosegue l’infinita battaglia tra Uber e la categoria dei tassisti: questa volta non a colpi di scioperi, come accaduto in passato, ma direttamente in Tribunale a Milano. La richiesta delle associazioni di categoria è il blocco di Uber-Pop, uno dei servizi messi a disposizione dalla applicazione Uber, e la discussione di terrà il prossimo lunedì 11 maggio in aula nel capoluogo lombardo.

Le organizzazioni locali e nazionali di tassisti e Radio-Taxi hanno, infatti, presentato ricorso cautelare urgente per concorrenza sleale e, appunto, chiedere l’oscuramento della app a livello nazionale. Tra meno di una settimana arriverà una decisione importante, perché riguarderà il servizio in Italia, anche difficilmente sarà definitiva, vista la possibilità di inoltrare ulteriore ricorso per la parte ‘sconfitta’.

Se il giudice ci bloccherà, noi rispettiamo la legge e sospenderemo il servizio – le parole di Mark MacGann, manager di Uber, a ‘La Stampa’ – Ma non sarà la fine di Uber in Italia ed a farci vincere sarà l’Europa”. Infatti, pare che da Bruxelles arrivino segnali confortanti per il servizio di noleggio con conducente e presto possa arrivare una moratoria a favore di Uber, per imporre lo stesso comportamento in tutti gli stati UE.

";i:2;s:1670:"

Uber pensa alle auto senza conducente

uber

Uber – Il servizio di noleggio auto con conducente sta avendo sempre più successo, nonostante le infinite polemiche con i taxi, così Uber inizia a pensare anche al futuro, cioè alle vetture senza conducente. Un settore su cui sta lavorando da anni Google, ma anche più di una casa costruttrice, come dimostra la nascita di M City, la città laboratorio che nascerà alle porte di Detroit, proprio per testare le auto a guida autonoma.

Tramite i suoi annunci di lavoro, infatti, Uber è alla ricerca di ingegneri specializzati in robotica ed in esperti di simulazione del traffico, per lo staff dell’Uber Advanced Technologies Center di Pittsburgh. Si tratta di un centro, aperto lo scorso febbraio in collaborazione con la Carnegie Mellon University, dove verranno sviluppate nuove tecnologie per la guida automatica e per la sicurezza in automobile.

La società di noleggio auto con conducente non ha voluto rivelare particolari dettagli su questa attività ma, secondo le indiscrezioni in arrivo dall’azienda di San Francisco, potrebbe essere il preludio ad un accordo con una casa automobilistica, proprio per sviluppare questo progetto e creare una propria auto a guida autonoma.

";i:3;s:1629:"

Sciopero mezzi pubblici: Uber regala la corsa

nuovoautobusatm

Uber Milano – Oggi è previsto uno sciopero dei mezzi pubblici in numerose città italiane. E, come fatto già un paio di settimane fa a Genova, Uber propone la prima corsa gratis, nelle città di Milano, Torino, Genova e Roma ai nuovi iscritti al servizio di noleggio con autista, se provvisti di regolare biglietto o abbonamento per i mezzi.

Praticamente, basterà presentare al ‘driver’ Uber il proprio biglietto (o abbonamento) e verrà fornito un codice promozionale, per avere il diritto ad una corsa gratis all’interno del territorio comunale. “Con lo sciopero dei mezzi, le città diventano meno accessibili e spostarsi è quasi impossibile – ha spiegato Benedetta Arese Lucini, general manager di Uber – Con questa iniziativa vogliamo la gente a muoversi, in un momento di grave difficoltà”.

Come accaduto nel capoluogo ligure, dove comunque l’iniziativa ha avuto grande successo, non sono mancate le polemiche. Sia a livello politico, dove c’è già chi ha storto il naso, sia nella infinita battaglia con i tassisti, i quali sostengono sia un’iniziativa unicamente commerciale ai loro danni. In una giornata in cui, ovviamente, gli introiti potranno essere maggiori, vista l’impossibilità di utilizzare i mezzi pubblici.

";i:4;s:1482:"

Uber: arrivano Maserati e Lamborghini

Uber App

Uber – Tanti hanno sempre sognato, almeno per qualche chilometro, di poter viaggiare su una supercar. Ora è possibile utilizzando il servizio Uber, anche se (almeno per il momento) solamente a Singapore: la discussa compagnia di trasporto con conducente, infatti, ha messo a disposizione dei propri clienti anche una Lamborghini Gallardo Spyder ed una Maserati GranTurismo Coupé per poter effettuare gli spostamenti.

La novità sarà operativa nel paese asiatico fino al prossimo 21 maggio ed ha ovviamente un costo decisamente superiore, rispetto all’utilizzo di un’auto classica. Per farsi trasportare sulla Lamborghini saranno necessari 144 dollari per 15 minuti, con l’aggiunta di 5 dollari per ogni minuto successivo, mentre è leggermente più economica la Maserati, dove la spesa (sempre per 15 minuti) sarà di 120 dollari.

Richiedere una delle due supercar non è difficile: basta andare sulla nota app di Uber e selezionare la supercar su cui si vuole essere trasportati. Sia la Lamborghini che la Maserati potranno trasportare solamente un passeggero alla volta (oltre ovviamente all’autista). Se avrà successo, in questi due mesi, non è escluso possa diventare un servizio continuativo ed essere esteso anche ad altre città.

";i:5;s:2707:"

Uber: nuovi scioperi dei Taxi

German Court Bans Uber Service Nationwide

I taxi contro Uber. Non è una novità, ma la protesta prosegue e nei prossimi giorni sono in arrivo nuovi scioperi a Milano, proprio in coincidenza con l’attesissima Settimana della Moda. Non si tratta di uno stop di categoria, ma il gruppo Taxinero ha rilasciato un comunicato, in cui invita tutti i tassisti a fermarsi dalle ore 8 di mercoledì 17 settembre, quando scatterà la Milano Fashion Week. “La base della categoria - avverte il volantino - inizierà una astensione del lavoro a oltranza, con presidi a sorpresa, fino a che non otterremo risultati concreti da parte delle istituzioni”.

Leggi anche: Uber è stato bandito in Germania

Come detto, il motivo è la battaglia infinita contro Uber che, secondo questo gruppo, “continua a lavorare in totale mancanza di controlli e la sua versione totalmente illegale UberPop ha circa 300 veicoli che circolano ogni giorno e notte”. Tra l’altro, proprio per invogliare i clienti verso la settimana della moda, Uber ha deciso di proporre, per venerdì 12 dalle 15 alle 22, il servizio speciale The Beauty Ride, comprensivo di make up, un calice di vino bianco e dei cioccolatini durante la corsa, per un prezzo di 25 euro, per qualsiasi destinazione all’interno della circonvallazione esterna.

La battaglia contro il servizio di noleggio con conducente è solo all’inizio, visto che Taxinero minacciano di “stare fermi, con azioni a sorpresa, fino alla fine dell’Expo. Non saranno tollerate deroghe allo sciopero di nessun tipo”. La categoria è però divisa, perché il sindacato Satam non concorda e, anzi, lo ritiene “controproducente, rischia solo di aumentare la visibilità e la concorrenza di Uber, che anche il sindacato contesta - commenta il presidente Grassi su ‘Il Giornale’ - ma è aperto un tavolo con il governo per regolare il trasporto persone e fare chiarezza”.";}}

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: