Se il giallo del semaforo dura almeno tre secondi la multa è legittima

Multa semaforo giallo - La Cassazione stabilisce la legittimità del verbale nel caso il giallo duri per più di tre secondi, ecco tutti i dettagli.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:79:"Cassazione: multa per passaggio con il rosso valida anche se il giallo è breve";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:2124:"

Semaforo Rosso

Multa semaforo giallo - La Cassazione ha confermato quanto stabilito negli scorsi mesi per quanto riguarda le multe nei semafori con il giallo particolarmente corto. Basta infatti che il giallo del semaforo duri almeno tre secondi per rendere la multa valida. La Cassazione, nella sentenza numero 27348 del 23 dicembre 2014, lo ha nuovamente affermato riguardo al ricorso presentato attraverso il Tribunale di Lodi da un automobilista che era stato multato per quattro volte per essere passato con il rosso. L'automobilista ha deciso di fare ricorso in quanto la durata del giallo al semaforo non gli avrebbe consentito di fermarsi in tempo, ma la Cassazione ha deciso di non accogliere il ricorso, confermando la sanzione.

Questo perché il semaforo in oggetto presentava un giallo tarato a 3.365 secondi, un tempo sufficiente, secondo la Cassazione, per fermarsi da una velocità di 50 chilometri orari. Questo anche secondo quanto prescritto dall'articolo 41, comma 10, del Codice della Strada. Proprio questo comma permette il passaggio con la luce gialla del semaforo soltanto nel caso in cui la vettura si trovi talmente vicina al semaforo da non potersi fermare in condizioni di sicurezza. Proprio per questo "l'automobilista deve adeguare la velocità allo stato dei luoghi", con il calcolo dei tre secondi che risulta come tempo necessari per l'arresto di un veicolo che procede ad una velocità di 50 chilometri orari.

Bisogna dunque prestare estrema attenzione ai semafori in quanto, se non ci si accorge immediatamente che il giallo è scattato, si corre il rischio di incappare in una sanzione. La durata di soli tre secondi risulta però un lasso di tempo piuttosto esiguo per fermarsi ad un incrocio, anche se si viaggia a meno di cinquanta chilometri orari in quanto qualsiasi automobilista procede guardando la strada e non osservando in continuazione il semaforo con il terrore che possa diventare giallo.

";i:2;s:2178:"

Cassazione: multa per passaggio con il rosso valida anche se il giallo è breve

Passa col rosso ma fa ricorso perché il giallo era troppo breve: il giudice di pace lo accoglie ma la Cassazione gli riassegna la multa.

Semaforo

A Montevecchia, in provincia di Lecco, una donna era stata multata per essere passata con il rosso ad un semaforo. Dopo aver vinto il ricorso poiché il giallo in quel semaforo dura solo quattro secondi, la donna si è vista riassegnare la contravvenzione da parte della Cassazione. I giudici hanno infatti dato ragione al comune di Montevecchia poiché la durata di 4 secondi è stata giudicata adeguata per il giallo. La sesta sezione civile della Cassazione nella sentenza numero 18.470 non ha infatti ammesso il minimo scarto presentato dalla signora come ricorso. La Cassazione ha infatti spiegato che una risoluzione del Ministero dei Trasporti indica che il tempo minimo di durata del giallo al semaforo "non può mai essere inferiore ai 3 secondi".

I tre secondi sono stati calcolati tenendo conto del tempo d'arresto di un veicolo che procede a 50 chilometri orari, con la Cassazione che ha indicato che, di conseguenza, una durata superiore del giallo deve dunque ritenersi congrua. Così è stata data ragione al Comune di Montevecchia ribaltando le decisioni del giudice di pace che si era espresso a favore della donna.

Certo tre secondi basteranno per fermare un veicolo lanciato a cinquanta chilometri orari, ma questo valore non tiene conto del tempo di reazione del guidatore, soprattutto se si prendono in analisi veicoli commerciali o camion. La durata del giallo in molti semafori è piuttosto breve e rischia di trarre in inganno gli automobilisti. Tre secondi rappresentano un lasso di tempo davvero esiguo, soprattutto visto che, quando si procede verso un incrocio, si guarda principalmente la strada senza fissare la propria attenzione unicamente al semaforo per capire immediatamente quando scatterà la luce gialla.";}}

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: