Mercato auto Europa, c'è chi scende e chi sale

Le vendite di auto in Europa variano moltissimo da Paese a Paese, ecco chi compra di meno e chi compra di più.

Mercato Auto

Le fluttuazioni dei vari mercati europei negli ultimi mesi hanno fatto segnare dati allarmanti per alcuni Paesi ed incoraggianti per altri. Un esempio negativo su tutti è il mercato dell'auto francese: negli ultimi trent'anni non sono mai state vendute così poche auto come nel luglio 2014. I clienti francesi hanno infatti acquistato 143.759 auto, il 4.3% in meno rispetto allo scorso anno, un numero che mai era stato così basso dal 1984 ad oggi. I marchi più forti in Francia non possono che essere i tre costruttori nazionali, Peugeot in testa con 24.887 auto seguita da Renault con 24.374 e da Citroen con 20.613. Al quarto posto c'è per Volkswagen con 11.704 vetture vendute ed una quota di mercato pari all'8.1%, del resto per i tedeschi luglio è stato un mese fortunato visto che il mercato auto della Germania è cresciuto del 6.8%.

Come dalla Germania, anche da altri paesi arrivano segnali incoraggianti: l'Italia è infatti in lieve crescita così come il Regno Unito. Il mercato britannico è infatti cresciuto del 6.6% nello scorso mese di luglio, un buon dato, ma non quanto quello iberico. I clienti spagnoli hanno infatti acquistato 83.435 nuove autovetture, l'11.2% in più rispetto al luglio del 2014 dopo un giugno che aveva fatto segnare un +24.8%. Anche in Portogallo il mercato è in crescita: a luglio un +31% risulta un segnale incoraggiante per il settore automotive portoghese. Crescite di rilievo ma non con percentuali elevate come quelle romene. In Romania, complice un mercato auto abbastanza ridotto, il mese di luglio ha fatto segnare il picco degli ultimi quindici mesi dopo un giugno a +75% con 6.947 auto vendute.

Oltre a questi paesi in forte crescita ci sono però da segnalare realtà in forte declino. Il mercato turco ha fatto infatti segnare una flessione del 16% con 46.602 auto immatricolate dopo un -18.8% fatto segnare a giugno. Ancora peggio, come ci si poteva aspettare viste le tensioni interne al paese, il mercato dell'Ucraina che a luglio è in calo del 62% con una proiezione annuale del -40%. In questo periodo di crisi le fluttuazioni di mercato in Europa coinvolgono un po' tutti i Paesi con variazioni importanti di mese in mese: cosa riserverà il futuro al mercato dell'auto?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: