Il pick up Chevrolet si ispira ad un dinoSSauRo

Un'azienda statunitense ha sviluppato un cattivissimo pacchetto stilistico per lo Chevrolet SSR. Spoiler e prese d'aria? Sostituiti da narici e denti.

Chevrolet dinoSSauR

Siete fermi nel traffico e vedete una strana automobile chiedervi strada. E’ gialla, appariscente ed emette un rumore infernale, come infernale è anche il ghigno stampato sul suo paraurti. Non è un’illusione né un riflesso della vostra stanchezza. E’ proprio un ghigno, minaccioso ed inquietante, reso credibile dalle pieghe sul cofano motore e dai fanali che ricordano due occhi iniettati di sangue. Vi stuzzica l’idea di guidare un’automobile tanto aggressiva e minacciosa?

Per mettere in garage questo strampalato veicolo è necessario sborsare una cifra forse troppo impegnativa, ma per i 34.988 dollari (26.500 euro) richiesti avete la sicurezza di incutere timore in qualunque automobilista vi sbarri la strada. L’elaborazione ha quale base un pick up Chevrolet SSR – da qui il nome DinoSSauR – del 2005, con motore V8 benzina da 6 litri. L’otto cilindri dovrebbe mantenere gli stessi numeri dell’unità standard, quindi possiamo attenderci una potenza nell’ordine dei 400 CV, un valore di coppa massima appena superiore a 540 Nm ed un tempo sullo 0-96 km/h pari a soli 5.3 secondi.

Il pezzo forte della vettura è costituito dall’incredibile pacchetto stilistico, opera della Fantastic Fiberglass, che trasforma l’anteriore della SSR nel muso di un arrabbiatissimo dinosauro: l’azienda statunitense è intervenuta su paraurti, calandra e cofano motore, stravolgendo l’espressione innocua a poco offensiva della vettura di serie. La SSR ha percorso appena 10.000 chilometri e sembra mantenere la soluzione del tettuccio ripiegabile, che rende unico il pick up statunitense.

  • shares
  • Mail