Cina: 12.5 miliardi di euro per potenziare la rete di ricarica per vetture elettriche

Bloomberg rivela che il Governo cinese starebbe pensando di spendere fino a 100 miliardi di yuan per potenziare la rete di ricarica per vetture elettriche.

electric_vehicle

Il Governo cinese sta pensando di stanziare 100 miliardi di yuan (12.6 miliardi di euro) per creare una massiccia rete di colonnine per la ricarica, soluzione destinata a rompere l’empasse in merito alla diffusione di automobili elettriche. Lo scrive Bloomberg, citando due persone coinvolte nel progetto.

Leggi anche: Tesla ha risolto le questioni pendenti in Cina

Gli informatori hanno rivelato che l’annuncio sarà presto ufficiale, ma sono rimasti silenti quando il redattore ha domandato loro la durata temporale del progetto e se l’infrastruttura di ricarica sarà adatta a ricaricare le vetture del marchio Tesla. Bloomberg sottolinea come l’iniziativa del Governo sarà utile utile per regalare un minimo di coscienza ambientale ad un paese che non si è mai distinto per il rispetto verso la natura: l’ex Impero Celeste emette nell’atmosfera più anidride carbonica di qualsiasi altra nazione al mondo.

L’impegno dei funzionari è tuttavia concreto, dal momento che tutti gli organi governativi sono stati obbligati ad acquistare vetture a ridotto impatto ambientale e che l’acquisto di automobili elettriche, ibride e fuel cell verrà reso più conveniente (da settembre). Queste politiche sono funzionali al raggiungimento di un obiettivo decisamente ambizioso: entro il 2016 dovrà essere elettrica un’automobile governativa su tre.

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: