Marchionne: mercato italiano sotto del 30% in 3 anni, poche aspettative nel 2012

Sergio Marchionne 2012 senza grosse prospettive, mercato Italiano è sceso del del 30% in 3 anni

di Ruggeri


A margine della conferenza stampa per il lancio delle nuove Lancia Thema e Voyager, Sergio Marchionne ha rilasciato alcune dichiarazioni relative alla situazione del mercato italiano ed alle prospettive per il 2012, fotografando in maniera piuttosto chiara la situazione attuale. Come riportato da La Stampa, Marchionne si è dichiarato preoccupato sopratutto per la situazione del mercato nazionale che “è sceso da 2.450.000 unità del 2008 a 1.750.000 stimate per il 2011, con la perdita di circa 700 mila vetture. Per la Fiat significa 210 mila auto in meno: l’equivalente di uno stabilimento italiano. Il mercato è a livelli che non si raggiungevano da venti o trent’anni, non ho mai visto una situazione simile da quando sono arrivato nel 2004. Bisogna ritornare agli Anni 80. Significa che la macchina industriale non può girare. Noi abbiamo un terzo del mercato in Italia, inevitabilmente siamo scesi. È inutile andare a cercare modelli nuovi, a chi li vendiamo? Non c’è mercato. Sta arrivando la Panda e abbiamo da poco lanciato la Ypsilon. La macchina produttiva sta girando, ma il mercato è estremamente difficile”.

Queste dichiarazioni, insieme a quelle relative ai progetti di espansione negli Stati Uniti di Alfa Romeo, delineano una situazione relativamente “stagnante” per il turnover di modelli sui mercati Europei per i prossimi anni: con il rinnovamento atteso per la Punto e la futura generazione della Bravo, che potrebbe abbandonare l’attuale formula hatchback, si dovrebbe completare la gamma Fiat. La situazione sindacale è inoltre sempre tesa ed il 2012 “«non sarà un grande anno, non vedo segnali di una ripresa sostanziale, anche se abbiamo abbastanza liquidità per far fronte alle nostre necessità per un po’ di tempo”. Proprio in concomitanza con la conferenza stampa, Marchionne ha anche appreso del taglio del rating del gruppo da parte di Fitch, che prevede un outlook negativo in relazione ai rischi finanziari derivanti dal rapporto con Chrysler: l’amministratore Delegato ha comunque minimizzato.

I Video di Autoblog

Ultime notizie su Annunci

Annunci, presentazione di nuovi modelli.

Tutto su Annunci →