Honda HSX: la Concept del nostro lettore Marcello Ribuffo

Il target della HSX Concept è dimostrare che "la tecnologia delle fuel cell è già pronta per un uso globale".

Honda HSX Concept

Il nostro lettore Marcello Ribuffo ci invia le immagini della sua Honda HSX Concept, un lavoro di alto livello che lascia nulla al caso, dal design, alla tecnologia fino alle possibile strategie di marketing per la promozione dell’auto…

“Ho 25 anni e sono un neolaureato in disegno industriale dell'Università degli studi di Palermo. Vorrei proporre per la pubblicazione il mio progetto di tesi di laurea. Si tratta di una concept car ad alte prestazioni per Honda a fuel cell, tecnologia già in uso su FCX Clarity. Sono sempre stato appassionato di auto e di tecnologia, passioni che ho cercato di fondere nel mio lavoro finale.

La vettura, chiamata HSX (Hydrogen Sport eXperimental) Concept è stata concepita come una super car rispettosa dell'ambiente, sia in marcia che nei materiali. Il suo studio si snoda dal piano di marketing sino alla rappresentazione digitale, prendendo in considerazione anche distribuzione e creazione di una rete di approvvigionamento di idrogeno, studi ergonomici per gli interni (seguendo la filosofia "Kizuna" giapponese) e un confronto diretto tra i rendimenti alla ruota delle propulsioni attualmente in uso.

Leggi anche: tutte le news su Honda

Il corpo vettura è costituito da alluminio, con cofano e sportelli in carbonio, per rendere la vettura il più leggera possibile. La carrozzeria è inoltre ricoperta dalla cosiddetta "shark skin", sviluppata all'IFAM di Brema, che consente di ridurre le turbolenze dovute all'attrito. Sempre per migliorare l'aerodinamica le ruote sono carenate, con le carene delle posteriori eventualmente rimovibili.

Il Design è una via di mezzo tra lo stile nipponico e quello occidentale, presentando elementi comuni con il family feeling della casa di Tokyo e una struttura che richiama forme naturali scolpite dalla forza del vento e dell'acqua. Richiami presenti anche all'interno, dove si utilizza per circa l'85% Bio-pet 2, una plastica completamente riciclabile. Salta all'occhio il grande schermo centrale touch dove è possibile gestire infotainment e tutti gli elementi di controllo dell'auto.

I motori sono quattro, elettrici, posti in ciascuna ruota, di circa 120 CV l'uno, sviluppati dalla Protean, alimentati da celle a combustibile già in sviluppo su alcune vetture Honda, ma di dimensioni più generose. La potenza può essere modificata in qualsiasi momento. Al massimo del potenziale esprimibile la vettura eroga 600 CV con cambiamenti, oltre che dinamici anche estetici, trasformando HSX in una vettura più aggressiva grazie all'uso di spoiler anteriori e posteriori estraibili, diminuzione dell'altezza da terra e cambiamento di colore dei led interni ed esterni. È stato preso in considerazione in questo caso il sound emesso, seguendo lo studio eseguito da Audi con la sua R8 e-tron con un vero e proprio design del suono.

Riguardo al piano di marketing, è stato preso in considerazione lo sviluppo della versione da gara di HSX al fine di farla partecipare come vettura sperimentale alla 24 Ore di Le Mans, dove promuovere la tecnologia delle fuel cell e dimostrare al mondo che essa è già pronta per un uso globale. Infine è stato intrapreso anche lo studio di un'applicazione per Android per permette la diffusione pubblicitaria della vettura sulle piattaforme più in uso come smartphone e tablet."

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: