Corner Store: Uber lancia a Washington DC il servizio di consegna

Dal 19 agosto è attivo a Washington DC il servizio sperimentale Corner Store, che permette agli abitanti della capitale di ordinare oggetti di consumo. La consegna è gratuita ed avviene per mezzo delle auto disponibili come taxi.

2014_uber_corner_store

I residenti di Washington DC (Stati Uniti) sono i primi a cui Uber offre il servizio Corner Store, ovvero la possibilità di vedersi consegnare oggetti di uso comune ad un prezzo estremamente competitivo. L’azienda californiana definisce questa sua offerta nient’altro che un esperimento, limitato dalle 9 alle 21 dei giorni feriali ed a due quartieri della capitale statunitense. Gli analisti ritengono tuttavia che i dirigenti di Uber vogliano lanciare il guanto della sfida ai servizi AmazonFresh (operato da Amazon) e Shopping Express (Google).

Leggi anche: una società concorrente accusa Uber di aver commesso scorrettezze

Questi due sono al momento più articolati e complessi, in quanto permettono ai clienti di ordinare anche cibi, articoli di elettronica e per la casa e capi d’abbigliamento. Il servizio Corner Store non impone una soglia d’acquisto minima e permette di ordinare solo articoli a lunga conservazione, come ad esempio – scrive la BBC – pannolini, gomme da masticare, schiuma da barba e solvente per unghie. Al momento sono disponibili 100 oggetti, ma Uber invita i consumatori a suggerirne altri.

I clienti di Corner Store utilizzano la tradizionale applicazione ed indicano la località in cui verrà consegnato l’oggetto; il primo autista libero contatta il cliente e registra il suo ordine, ma non è chiaro dove vada a ritirare l’oggetto richiesto: all’interno di uno specifico magazzino o direttamente in negozio? Il pagamento viene completato tramite carta di credito. Uber non ha rivelato se e quando tale opzione verrà resa definitiva.

  • shares
  • Mail