Un solo taxista di Melbourne supera il test di conoscenza. Bocciati 233 colleghi

I clienti lamentano la scarsa competenza di chi deve trasportarli a destinazione. Un esame conferma l'impressione: solo 1 candidato su 234 è stato promosso. Le domande riguardavano questioni di cultura generale, trasporti e rapporti con i clienti.

taxi_melbourne

Il 99.6% dei taxisti iscritti all’albo di Melbourne (Australia) ha fallito il cosiddetto knowledge test, un esame sostenuto a giugno per verificare le rispettive conoscenze in materia di obblighi e responsabilità, accoglienza verso il cliente, strade, paesaggi e direzioni. Uno solo dei 234 candidati ha superato la prova, e per di più si trattava di un’istruttore: Karen Downie è stata l’unica ad aver collezionato un punteggio superiore all’85%.

Leggi anche: i taxisti marocchini pensionano le Mercedes W123

L’esame diventa ora obbligatorio per tutti i nuovi taxisti e per chi svolge il lavoro da meno di 5 anni. I responsabili del servizio vogliono in tal modo soddisfare una richiesta avanzata dai clienti, che hanno più volte lamentato la scarsa competenza dei taxisti. Il The Guardian riporta poi una domanda: ai candidati viene chiesto se la lettera G indichi la località di Geelong, un ufficio postale oppure il campo di cricket presente a Melbourne.

Ai taxisti è stato poi domandato come comportarsi quando il cliente ha una disabilità fisica o mentale, quale sia il resto da corrispondere dopo un certo pagamento ed in quali circostanze un taxista può rifiutare una corsa. Graeme Samuel, a capo della Taxi Services Commission, ha spiegato che

stiamo lavorando per migliorare un simile dato negativo ed abbiamo già cambiato le modalità con cui alleniamo i nostri taxisti. Vogliamo alzare gli standard. Questo esame dimostra ciò che i clienti vanno ripetendo da molto tempo: i taxisti non sono abbastanza istruiti prima di prendere la licenza

  • shares
  • Mail