L'abitacolo delle prossime automobili avrà superfici di colore variabile?

Un'azienda leader nel settore della componentistica per auto lavora per rendere cangianti le plastiche dell'abitacolo, di modo che le sfumature possano uniformarsi all'umore del conducente.

Mercedes S 600 Guard


Johnson Controls sta lavorando per rinnovare completamente le superfici interne delle automobili che verranno, rendendole di colore variabile in funzione dell’umore di chi guida. Han Hendriks, vice-presidente con delega allo sviluppo, ritiene che soluzioni di questo tipo possano rivelarsi adatte per i servizi di car sharing: il cliente successivo può in tal modo eliminare le tracce di chi lo ha preceduto, oppure può modificare le sfumature di un abitacolo che magari non gli sono congeniali.

Hendriks ha rivelato che un gruppo di ricercatori è al momento concentrato su plastiche capaci di modificare le proprie sfumature, così come su filtri aromatici che a loro volta racchiudono diverse fragranze. Queste tecnologie sono al momento in fase di sviluppo nei centri di Dusseldorf (Germania), Holland (Michigan, Stati Uniti) e Shanghai (Cina). Johnson Controls è una delle aziende leader nel settore della componentistica per automobili ed ha di recente stretto una partnership con la cinese Yanfeng Automotive Trim Systems Co., interessata da parte sua ad introdurre soluzioni adatte anche per gli automobilisti dell’ex Celeste Impero.

Qualche esempio? In Cina le vetture devono offrire vani porta-oggetti specifici (come ad esempio porta-occhiali o porta-cellulare), anziché tasconi multiuso destinati a tutti i modelli di produzione europea. La collaborazione fra questi due giganti – il valore della partnership ammonta a 7.5 miliardi di dollari! – è senz’altro funzionale per concepire abitacoli di nuova impostazione.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: