I cartelli stradali di Clet Abraham

L'agenzia fotografia Getty dedica una galleria d'immagini a Clet Abraham, artista 47enne specializzato nell'attribuire un diverso significato ai segnali stradali.

I cartelli di Clet Abraham

Il nome Clet Abraham è pressoché sconosciuto ai più. Abraham è un artista bretone, 47enne, specializzatosi in una forma di arte urbana molto diffusa anche nel nostro paese: il pittore e scultore francese modifica i segnali stradali e li trasforma in opere d’arte, aggiungendo elementi adesivi che conferiscano al divieto un nuovo significato. Il profilo bianco del divieto d’accesso si trasforma in gogna, il divieto di fermata ospita una faccia beffarda ed il divieto di sosta include una stretta di mano.

La sua opera più nota e discussa è il crocifisso ricavato da un segnale di strada chiusa, raffigurazione giudicata in primis blasfema e poi divenuta una dei suoi lavori più rappresentativi. Le opere di Clet Abraham hanno ispirato anche l’agenzia fotografica Getty Images, che ha raccolto alcuni giorni fa alcuni suoi lavori ed ha realizzato la galleria che vi proponiamo in questo post. La chiave di lettura della sua arte è racchiusa in questa frase, riportata da Wikipedia ed estratta da una sua vecchia intervista.

Siamo sempre più invasi dalla segnaletica; lo spazio urbano fornisce una quantità di messaggi basilari e unilaterali, certamente utili, ma per me senza personalità. Vorrei che all'unilateralità del messaggio venisse sostituito il concetto di reversibilità: si aggiunge un nuovo significato alla prima, portando altri livelli di lettura.

Abraham ha compiuto gli studi presso l’Istituto di Belle Arti di Rennes ed abita nel nostro paese dal 1990. Ha lavorato in quasi tutte le principali città italiane, nel suo paese ed anche in Germania, come dimostra l’immagine d’apertura.

  • shares
  • Mail