Honda S2000: l'erede avrà motore centrale?

L'Honda S2000 tornerà nei prossimi anni con motore posteriore centrale: le ultime indiscrezioni lo confermano, ma sarà tutto vero?

Honda S2000

La Honda S2000 è una delle sportive più amate dagli appassionati di roadster nipponiche e presto potrebbe tornare alla ribalta con una nuova generazione. Stando alle affermazioni riportate dall'australiano Motoring, pare che Honda abbia intenzione di riportare in vita la Honda S2000, evolvendola e trasformandola per portarla al vertice della gamma sportiva del marchio nipponico al di sotto della futura supercar ibrida, la Honda NSX. I vertici della casa nipponica avrebbero infatti deciso di creare una nuova Honda S2000 facendola diventare un anello di congiunzione tra la sopracitata Honda NSX e la Honda S660, la roadster compatta che dovrebbe arrivare sui mercati internazionali nel corso dei prossimi anni.

Sia la Honda NSX, sia la Honda S660 avranno motore posteriore centrale, con la nuova Honda S2000, del quale non è ancora certa la denominazione ufficiale, che dovrebbe riproporre un'architettura tecnica di questo tipo. Questa rivoluzione tecnica potrebbe dunque spostare il classico quattro cilindri da 2.0 litri montato in posizione anteriore longitudinale dietro all'abitacolo. Oltre a questo non vi è da escludere la possibilità di vedere innovazioni motoristiche derivate dalla Honda NSX, come ad esempio il powertrain ibrido, oppure un sistema di sovralimentazione.

Vedi anche: Honda NSX, le foto spia al Nurburgring

Pare infatti plausibile che Honda possa proporre sulla futura Honda S2000 una versione aggiornata del 2.0 Turbo della Honda Civic Type R che, in accoppiata ad un motore elettrico, potrebbe arrivare a sfiorare quota 360 cavalli. La trazione primaria dovrebbe rimanere sulle ruote posteriori con la trasmissione gestita da un cambio doppia frizione a sette rapporti, con l'unità elettrica che potrebbe essere montata all'anteriore.


  • shares
  • Mail