A Taiwan esplode il gasdotto. Un video mostra le condizioni delle strade

Una conduttura danneggiata sarebbe all'origine delle spaventose esplosioni verificatesi mercoledì notte a Kaohsiung (Taiwan), di cui un video mostra oggi la violenza e la potenza.

Nella città taiwanese di Kaohsiung è esplosa mercoledì notte una conduttura per il trasporto di gas. Le deflagrazioni hanno causato il decesso di 25 persone ed il ferimento di altre 260, sconquassando un’area di 2/3 kmq e provocando serissimi danni al manto stradale. Gli abitanti della città portuale hanno avvertito le prime fughe di gas alle 20.46 locali (le 14.46 in Italia), ma le deflagrazioni sono iniziate un’ora più tardi ed hanno ucciso 4 pompieri giunti sul posto per valutare le condizioni delle condutture.

Approfondisci: gli ultimi aggiornamenti sulla vicenda

Il video che qui vi proponiamo mostra le devastazioni causate dalla fuga di gas – imputabile, con relativa certezza, a condutture danneggiate – e lo spaventoso momento in cui si sono verificate le esplosioni, capaci di mandare a ruote per aria alcune automobili parcheggiate nei dintorni e di causare una profonda frattura nell’asfalto. Gi inquirenti non ancora hanno ancora stabilito a chi appartenga il gasdotto, ma i primi risvolti suggeriscono che lo stesso sia di proprietà della LCY Chemical Corp.; quest’ultima ha comunque smentito le accuse, sostenendo che la conduttura di sua proprietà scorra qualche metro a fianco.

Chen Chu, sindaco della città, ha avvisato i cittadini di allontanarsi dalla zona ed ha annunciato allo stesso tempo di aver aperto nove rifugi di emergenza. Le bandiere saranno invece a mezz’asta per tre giorni dal 5 agosto, come volontà del premier Jiang Yi-Huah.

  • shares
  • Mail