Fiat Scudo: la nuova generazione su base Renault Trafic

Il veicolo commerciale leggero di Fiat non sarà più costruito con i francesi di PSA.

Fiat Scudo Panorama: prova su strada

Lo scorso mese Fiat e Renault hanno firmato un accordo per la fornitura al costruttore italiano da parte della casa transalpina di un nuovo veicolo commerciale leggero. Fiat non ha fornito alcun tipo di specifica a riguardo ma, secondo alcune indiscrezioni, si tratterebbe della nuova generazione di “Scudo”, modello attualmente realizzato con PSA/Peugeot-Citroen e che dovrebbe presto ereditare l’architettura del nuovissimo Renault Trafic.

Fiat Scudo Panorama: prova su strada
Fiat Scudo Panorama: prova su strada
Fiat Scudo Panorama: prova su strada
Fiat Scudo Panorama: prova su strada

Il van Fiat sarà prodotto nel sito produttivo di Sandouville, in Francia, dove Renault ha investito 230 milioni di euro per la conversione dell’impianto dalla costruzione di vetture come Laguna ed Espace (che in futuro saranno assemblati a Douai), a quella di veicoli commerciali. Il nuovo Scudo farà parte della line-up Fiat Professional e dovrebbe distinguersi dal modello di derivazione per alcuni accorgimenti estetici specifici, probabilmente più marcati rispetto a quelli che differenziano la Trafic dal Vivaro, variante a marchio Opel del van francese.

Approfondisci: la nostra prova su strada della Opel Vivaro

Renault Trafic

Renault Trafic

In ogni caso bisognerà aspettare il 2016 per avere conferme in tal senso, quando il mezzo a marchio Fiat entrerà effettivamente in produzione (a pieno regime dovrebbero essere circa 30.000 le Scudo assemblate annualmente). Il divorzio da Fiat e PSA risale al 2011, quando i francesi hanno deciso di abbandonare la joint-venture col costruttore italiano e stipulare una nuova alleanza con Toyota per la produzione di ProAce, Citroen Jumpy e Peugeot Expert.





Come la Opel Vivaro, anche la Scudo dovrebbe essere spinta dal 4 cilindri turbodiesel 1.6 dci, declinato in quattro varianti, con potenze da 90 a 140 Cv: si parte dal dCi da 90 CV e 260 Nm di coppia, passando per la più prestante versione da 115 CV e 300 Nm di coppia massima, con consumi dichiarati nel misto pari a 6,5l/100km. Un gradino sopra le varianti con doppia sovralimentazione “Energy dCi TwinTurbo”, proposte nelle potenza da 120 CV e 320 Nm di coppia ( consumi medi fino a 5,9 l/100km) o 140 CV e 340 Nm di coppia (consumi fino a 6,0l/100km). Queste ultime sono equipaggiate dal sistema Stop&Start (dismettibile a richiesta sulla versione più potente).

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: