ILVTOFU: la targa scelta dalla ragazza vegana è giudicata offensiva

Una ragazza vuole riportare sulla targa dell'auto il suo amore nei confronti del tofu. L'amministrazione del Tennessee ritiene però il messaggio volgare e glielo proibisce.

tofu_cheese

Una ragazza di Murfreesboro (Tennessee) ha reso pubblica nei giorni scorsi la battaglia intrapresa contro l’amministrazione dello Stato in cui vive, colpevole di ritenere offensivo il messaggio riportato sulla targa della sua automobile: Whitney Calk ha scelto il testo ILVTOFU, ad espressione del suo amore verso il formaggio di origine cinese. La giovane è assistant manager per la PETA e vuole in tal modo veicolare un messaggio a favore del veganismo, stile di vita abbracciato anni orsono e di cui si dichiara entusiasta.

Leggi anche: una targa può arrivare a costare 10 milioni di sterline

Con la mia targa voglio solamente diffondere un messaggio a favore del veganismo. Ho pensato che fosse logico cambiare la targa della mia automobile in qualcosa alla quale sono devota

Leggi anche: in Michigan è invece proibito scrivere 'la guerra fa schifo'

D’ogni modo il suo tentativo è fallito, perché – come riporta il Daily News Journal – l’amministrazione del Tennessee ha ritenuto offensivo il contenuto della targa. Alti componenti della PETA hanno cercato in passato di scegliere targhe dal messaggio simile, ma né il Colorado, né la Florida e nemmeno la Virginia hanno reputato adatti messaggi di tale sostanza. A Calk è stato quindi suggerito di provare altre combinazioni, fra cui ad esempio TOFULVR. La ragazza però ha alzato bandiera bianca ed ha accettato una targa di tipo tradizionale.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: