Cadillac CTS-V: foto spia dal Nurburgring

Cadillac dà inizio ai 'veri' collaudi della CTS-V. Il V8 Supercharged viene privato delle briglie e può quinidi mettere a dura prova i pneumatici posteriori.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:41:"Cadillac CTS-V: foto spia dal Nurburgring";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1650:" La Cadillac CTS-V sbarca al Nurburgring

Ci è bastato attendere poche ore e la ‘previsione’ si è avverata: i tecnici Cadillac hanno iniziato a testare la CTS-V sul circuito del Nurburgring, dove negli scorsi giorni era impegnata anche la ATS-V Coupé. Queste immagini catturano l’attimo in cui il conducente della berlina mette a dura prova il motore Supercharged 6.2 e produce una scenografica fumata, divertissement che rende esplicite le potenzalità del V8: l’otto cilindri dovrebbe infatti spingersi fino a toccare quota 600 CV, valore inferiore rispetto alla Corvette Z06 – vettura su cui il motore ha esordito – ma paragonabile ai modelli europei di pari segmento.

Guarda anche: la Cadillac CTS-V fotografata su strada

L’esemplare fotografato prevede una caratterizzazione non solo estetica ma anche tecnica: nell’abitacolo è prevista una cellula di sicurezza e sulla ribaltina che dà accesso al vano bagagli è sistemato un alettoncino finora non previsto. Non sappiamo se quest'ultimo verrà riproposto sulla Cadillac CTS-V definitiva, in quanto non montato sui primi esemplari di test. Da sottolineare anche le notevole dimensioni del labbro anteriore, fra i componenti più vistosi del pacchetto aerodinamico. La berlina statunitense dovrebbe esordire a metà 2015.

";i:2;s:2132:"

Cadillac CTS-V: foto spia dal Nurburgring

foto spia Cadillac CTS-V

Cadillac ha trasferito al Nurburgring la squadra di tecnici impegnata sul progetto CTS-V. Il nostro fotografo ha infatti pizzicato un esemplare della nuova berlina statunitense, ancora protetta da uno spesso strato di camuffature e che voci di corridoio danno per pronta nel 2015. La CTS-V dovrebbe utilizzare la base meccanica denominata Alpha, già impiegata sulle ATS e CTS e caratterizzata dal massiccio impiego di alluminio: la massa dovrebbe quindi rivelarsi inferiore nel confronto con la generazione uscente, pesante oltre 19 quintali.

Leggi anche: il primo avvistamento della CTS-V risale allo scorso maggio

Indiscrezioni danno per sicuro il motore V8 supercharged da 6.2 litri, già destinato alla Corvette Z06, la cui potenza verrà tuttavia ridotta a circa 600 CV. Sarà abbinato ad una trasmissione automatica ad 8 marce, unica soluzione possibile (il manuale non è previsto) e sviluppata per inviare coppia alle ruote posteriori. La Cadillac CTS-V trae origine dalla berlina presentata nel marzo 2013, lunga 4.96 metri e con un passo di ben 2.91 metri. Rispetto a quest’ultima sarà differente nella resa estetica, grazie alla presenza dello specifico pacchetto aerodinamico.

Approfondisci: tutte le informazioni sulla Cadillac CTS

I tecnici del marchio statunitense hanno allargato la calandra anteriore e ridisegnato tutte le prese d’aria, installato un nuovo spoiler posteriore (assente quando l’auto viaggiava sui ghiacci) e modificato la zona del paraurti posteriore, che ora prevede un estrattore ed un impianto di scarico a quattro terminali.

";}}

  • shares
  • Mail