Negli Stati Uniti va dietro le sbarre il 26enne Shelby Mustang GT500 Miller

Pensavamo che dopo il cognome Keihanaikukauakahihuliheekahaunael nulla potesse più sorprenderci. Ed invece scopriamo oggi dell'esistenza di Shelby Mustang GT500 Miller, 26enne dell'Iowa.

person_named_shelby_mustang_gt500

Chi non ha mai desiderato chiamarsi come la propria sportiva preferita? Immaginate ad esempio che il vostro cognome sia Rossi e che i vostri genitori nutrissero una particolare predilezione per la Ferrari F40. Ferrari F40 Rossi, sai che invidia!? Tale ipotesi non è del tutto fittizia, se è vero che qualcuno negli Stati Uniti legge tutti i giorni sulla carta d’identità il nome di una sportiva.

Leggi anche: il cognome più lungo? E' di una donna hawaiana

E’ un 26enne di Des Moines (Iowa), che davanti al cognome Miller porta con fierezza il nome Shelby Mustang GT500. Proprio così. Il segno particolare del ragazzo è diventato pubblico in seguito alla rissa in cui si è trovato coinvolto, episodio che lo ha obbligato all’identificazione ed a trascorrere qualche ora dietro le sbarre.

Il buon Shelby vede scritto il proprio nome tutte le volte che apre la carta d’identità; Derek Denesevich, invece, si ricorda del proprio amore verso Bentley ogni volta che finisce davanti allo specchio. Anch’egli 26enne, proveniente dalla Florida, ha tatuato il logo dell’azienda inglese sulla fronte, fra gli occhi, segno particolare che certamente non lo aiuta nella sua carriera criminale: è stato arrestato nei giorni scorsi per furto di identità. Magari voleva anche lui cambiar nome...

bentley_tattoo

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: