GP di Monza: la risposta della Regione Lombardia a Ecclestone

Ecclestone pensa di eliminare il Gp di Monza. Ecco la risposta della Regione Lombardia.

a:2:{s:5:"pages";a:2:{i:1;s:0:"";i:2;s:53:"F1: Bernie Ecclestone vuole cancellare il Gp di Monza";}s:7:"content";a:2:{i:1;s:1735:"

F1 Grand Prix of Italy - Race

Bernie Ecclestone ha in mente di cancellare il Gp di Monza, dopo il 2016, quando scadrà l’attuale contratto. Nella giornata di ieri le parole dure e forti, che arrivavano dalla Gazzetta dello Sport, dell’ottantatreenne inglese: “Non credo faremo un altro contratto, il vecchio è stato per noi un disastro dal punto di vista commerciale.
Dopo il 2016, bye bye...”.

La Regione Lombardia non ci sta e controbatte con la risposta di Maria Teresa Baldini, Consigliere Regionale Gruppo Misto:

“Cancellare Monza dal calendario del campionato del mondo di Formula 1 è inaccettabile: un grave danno morale ed economico alla comunità brianzola e a tutti gli appassionati di automobilismo”

La dott.ssa. Baldini continua affermando che

“La perdita di Monza sarebbe però soprattutto un danno economico per la Brianza e la Lombardia che in un solo week-end ospitano migliaia di appassionati nelle proprio strutture ricettive."

Chiudendo poi il discorso così:

"Se Mister Ecclestone non farà passi indietro io non mi fermerò certamente ai box e mi batterò per Monza sia in sede istituzionale sia organizzando eventi che mantengano alta l’attenzione: perché il traguardo per tutta la nostra comunità è quello di tutelare e valorizzare il nostro amato tempio della velocità”.

VI SIETE PERSI LE ULTIME NEWS SULLA FORMULA 1 E IL MOTORSPORT ? CLICCATE QUI

";i:2;s:2164:"

F1: Bernie Ecclestone vuole cancellare il Gp di Monza

F1 Grand Prix of Monaco

Si allunga un’ombra sull’appuntamento italiano del Mondiale di Formula 1. Bernie Ecclestone ha in mente di cancellare il Gp di Monza, dopo il 2016, quando scadrà l’attuale contratto tra il circuito e la società che gestisce il circus. Le parole dure e forti, quasi una coltellata per gli appassionati italiani di motori, arrivano dalla Gazzetta dello Sport: “Non credo faremo un altro contratto, il vecchio è stato per noi un disastro dal punto di vista commerciale – ha detto – Dopo il 2016, bye bye...”.

TUTTO SULLA FORMULA 1 ED IL MOTORSPORT

Dunque, i motivi sono quasi esclusivamente economici, come del resto tutta la Formula 1 degli ultimi anni, con la cancellazione di alcuni appuntamenti storici per andare a cercare soldi e fortuna in paesi ricchi, ma senza alcuna tradizione motoristica. E Monza potrebbe essere la prossima ‘testa’ a cadere, facendo a pugni con la storia del circus e con l’unico tracciato, assieme a Silverstone, presente del Mondiale da quando è stato istituito, cioè nel 1950. Togliendo così al Paese della Ferrari il suo Gp, dopo aver già cancellato da anni quello di Imola.

Ecclestone non appare entusiasta nemmeno dell’ipotesi Mugello come circuito alternativo e la Regione Lombardia chiede l’intervento immediato del Governo, tramite una nota dell’assessore allo sport Antonio Rossi: “Le dichiarazioni di Ecclestone sul Gp di Monza sono preoccupanti – si legge - come assessore regionale chiedo l’intervento del Governo per aiutarci a tutelare il Gran premio d’Italia, che ha scritto la storia sportiva della Formula 1 e che, soprattutto, muove un importante indotto economico e di posti di lavoro per il territorio”. ";}}

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: