General Motors: presentata una causa da 10 miliardi di dollari

Una cittadina californiana sta organizzando una class action potenzialmente esplosiva, con cui portare General Motors a rimborsare la svalutazione delle automobili possedute o guidate da 15 milioni di persone.

general_motors_10_billion_sue

General Motors potrebbe trovarsi costretta a pagare fino a 10 miliardi di dollari, cifra indicata quale forma di compensazione per mitigare il danno procurato a milioni di clienti: le loro automobili ed i loro truck hanno perso valore dopo il richiamo seguito ai malfunzionamenti degli interruttori di accensione, rendendo così le automobili più difficili da rivendere. L’indiscrezione è fornita dalla Reuters.

GM HA APPENA RICHIAMATO ULTERIORI 3.16 MILIONI DI AUTO PER UN DIFETTO ALLA CHIAVE

La Corte Federale di Riverside (California) avrebbe ricevuto mercoledì una denuncia potenzialmente esplosiva, presentata dallo studio Hagens Berman Sobol Shapiro, nella quale viene puntato il dito contro General Motors per essere all'origine del deprezzamento (presente e futuro) delle oltre 20 milioni di automobili richiamate nel solo 2014.

La denuncia è nata su impulso di Anna Andrews, residente in California e cliente di GM, che vuole organizzare una class action per sostenere chiunque abbia posseduto o noleggiato una vettura del gruppo statunitense nel periodo compreso fra il fallimento (1 luglio 2009) ed il 1 aprile 2014. I 10 miliardi di dollari potrebbero finire nelle tasche di 15 milioni di automobilisti, a fronte di un utile societario assestatosi nel 2013 a quota 3.8 miliardi di dollari. Greg Martin, uno fra i portavoce di GM, ha rifiutato di commentare.


Il nocciolo della questione è spiegato da Il Sole 24 Ore.

GM è già sotto inchiesta da parte della NHTSA e delle commissioni parlamentari di Camera e Senato. Il caso è relativo al richiamo di una serie di modelli prodotti fra il 2004 e il 2007 […], a causa di un difetto nel sistema di accensione: il motore poteva spegnersi improvvisamente e portare anche alla disattivazione degli airbag. Gli incidenti per cui c'è il sospetto che il difetto abbia avuto un ruolo hanno portato complessivamente a 12 decessi. Il problema era noto da anni all'interno dell'azienda, ma il richiamo ufficiale dei veicoli è stato deciso a fine gennaio e annunciato lo scorso 13 febbraio.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail